Sanità e salute

Hospice, la Sindaca diserta l'inaugurazione con Emiliano e convoca i cittadini in Comune

La Sindaca invita i cittadini a recarsi alle ore 10.00 presso il Palazzo Comunale dove, in una conferenza stampa, spiegherà quelli che lei chiama "gravi motivi"

Politica
Minervino domenica 08 settembre 2019
di La Redazione
La Sindaca Lalla Mancini
La Sindaca Lalla Mancini © MinervinoLive

Dopo la notizia dell'apertura ufficiale dell'Hospice "Karol Wojtyla" a MInervino Murge di cui abbiamo parlato nei giorni scorsi LEGGI QUI, sono diverse le reazioni che hanno contraddistinto l'opinione pubblica. Da una parte chi è soddisfatto della possibilità che la nostra città possa ospitare una tra le poche strutture pubbliche regionali dedicate a questo tipo di degenza secondo il nuovo piano di riordino Ospedaliero approvato dalla Regione Puglia; dall'altro molti tra i cittadini e le istituzioni che rimangono scontenti del depauperamento progressivo che Minervino ha subito dal punto di vista dell'assistenza sanitaria, con la perdita prima del nosocomio, poi del Pronto Soccorso ed infine del Punto di Primo Intervento.

Tramite i canali social alcuni cittadini invocavano un segnale da parte dell'Amministrazione Comunale, così come organizzavano una protesta nella mattinata di domani presso il piazzale dell'ex Ospedale Civile.

Giunge da parte della Sindaca Mancini la decisione di disertare l'incontro che avrebbe dovuto tenersi nella mattinata di domani con il governatore pugliese e assessore alla sanità Michele Emiliano in occasione dell'inaugurazione dell'Hospice. Al contrario, la stessa Sindaca invita i cittadini a recarsi alle ore 10.00 presso il Palazzo Comunale dove, in una conferenza stampa, spiegherà quelli che lei chiama "gravi motivi" per i quali l'Amministrazione da lei guidata mancherà all'incontro con il presidente pugliese.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Giuseppe Renna ha scritto il 08 settembre 2019 alle 20:06 :

    Tardiva e strumentale la presa di posizione che,secondo me, andava fatta in tempi non sospetti. Rispondi a Giuseppe Renna