Botta e risposta sulla discarica

Copeta (SìAmo Minervino): “La maggioranza è chiaramente schierata per il no alla discarica”

Appello al M5S affinchè gli esponenti nazionali del Governo intervengano su questa situazione locale di Minervino e Canosa

Politica
Minervino mercoledì 06 marzo 2019
di La Redazione
Manifestazioni contro la discarica
Manifestazioni contro la discarica © MinervinoLive

Ci stupisce davvero come gli attivisti del movimento 5 stelle di Minervino Murge invece che creare fronte comune e occasioni di incontro con l’Amministrazione Comunale su un tema come quello del NO ALLA DISCARICA che ci deve vedere uniti e concordi come comunità, provano maldestramente a dividere l’opinione pubblica”. Inizia così il comunicato di SìAmo Minervino in risposta alle accuse rivolte dalla consigliera regionale del M5S, Grazia Di Bari, la quale accusava l’Amministrazione Comunale di Minervino di non essere intervenuta contro le ultime decisioni della Regione Puglia che si è convenzionata con la discarica BLEU s.r.l. per allocare i rifiuti urbani, in virtù dell’emergenza regionale, nella cava in contrada Tufarelle, con benefit ambientali irrisori per i Comuni. Il silenzio della Sindaca è stato interpretato dall’esponente pentastallata come un tacito assenso alla discarica.

Il coordinatore del movimento civico, Vincenzo Copeta, che rappresenta la maggioranza minervinese in Palazzo di città, respinge le accuse di immobilismo e silenzio: “Il M5S utilizza un argomento sul quale la SINDACA in primis e tutta la maggioranza è chiaramente schierata e in modo determinato porta avanti una battaglia senza “SE” e senza “MA” a rischio anche di mantenere la sua tenuta di governo”.

Potremmo elencare – prosegue Copeta - anche noi i “Come mai?....” di silenzi molto assordanti di esponenti di governo locali e nazionali del M5S sul tema in oggetto. NON LO FACCIAMO. Perché crediamo che la lotta PER LA TUTELA DELLA NOSTRO AMBIENTE non va colorata assumendo giacche di merito o distinguo di impegno. Tutti dobbiamo essere uniti per un fine comune”.

E conclude con un monito rivolto alla consigliera “Invitiamo pertanto la consigliera regionale DI BARI del M5S a prodigarsi affinché i suoi rappresentanti in seno al Governo nazionale (cosiddetto “Governo del cambiamento”) e al Parlamento in cui sono maggioranza indiscussa, inizino a dare risposta alle richieste di intervento pubblicamente formulate dalla Sindaca di Minervino Murge, Maria Laura Mancini, che sinora sono state inevase da costoro in merito alla questione dell’allargamento della discarica di rifiuti speciali Bleu in contrada Tufarelle”.

Ricordiamo come mesi addietro la Sindaca dopo aver presentato ricorso al Consiglio di Stato per annullare l’autorizzazione dell’allargamento della discarica BLEU, ha rivolto un accorato appello agli esponenti del Governo nazionale e ai membri del Parlamento eletti nel nostro territorio affinchè si facessero carico di questa situazione e intervenissero dall’alto per non far diventare Minervino la pattumiera dei rifiuti speciali d’Italia. A questa nota non abbiamo registrato particolari prese di posizione da parte di coloro a cui era espressamente rivolto l’appello.

Lascia il tuo commento
commenti