Immunità di gregge, coronavirus e la "passataur" della pecora gentile di Puglia

La "passataur" interessava più della metà delle pecore, sarebbe servito il veterinario, ma costava troppo

Michele Limongelli Mal di Murgia
Minervino - venerdì 03 aprile 2020
Gregge di pecore
Gregge di pecore © n.c.

Ero un ragazzino di 11 anni quando mio padre vendette definitivamente le pecore.

Ricordo che le cause più importanti che lo condussero a fare questa scelta furono:

- I Contributi Previdenziali per i salariati, da poco introdotti e molto onerosi

- Mio fratello che abbandonò l'attività pastorale

- Il rimboschimento che interessò i pascoli demaniali soffocando la nostra masseria di Montelisciaconi

- Una "passataur" che per un annetto afflisse le nostre greggi

E' di quest'ultima che voglio parlare.

Questa parola mi è tornata in mente in questi giorni dove la cosiddetta immunità di gregge è associata alla pandemia virale che ci affligge, ma non so se ci azzecca qualcosa o sono cose differenti.

Forse i miei amici veterinari, se mi leggono, possono dare un contributo.

Ricordo che la "passataur" interessava più della metà delle pecore, sarebbe servito il veterinario, ma costava troppo.

La cura era praticata in modo empirico...Mi sembra di sentire ancora oggi un odore di disinfettante a base di creolina o forse no, non c'entra niente...

Non ne morivano molte, qualcuna veniva ammazzata prima e le parti migliori venivano bollite e mangiate dagli umani e dai cani.

Scompariva la lattazione, questo era il grande problema...

Gli agnelli non venivano più allattati, non si produceva più formaggio...

Ricordo quanti traìni carichi di agnelli dalla nostra masseria a quella di un nostro parente a monte Carafa...

Lì venivano allattati da altre pecore che venivano messe alla "catasta" perché si rifiutavano di allattare prole estranea.

La catasta consisteva di due pali di legno fra i quali si poneva e legava la testa della pecora in modo che non potesse scappare e permettesse l'allattamento degli agnelli "adottivi"...

Poi pian piano la "passataur" spariva, ma la decimazione dei capi e lo scarso reddito dovuto al poco formaggio e ai gracili agnelli portava al tracollo di molte aziende.

Quel che restava delle greggi forse si immunizzava...

Sarà per questo che oggi parliamo tanto di immunità di gregge?

Sopravviveremo grazie al sacrificio di tanti altri esseri umani?

Perchè ho scritto questa cosa? Non lo so. Sono chiuso in casa da un mese, se mi ammalo muoio, mia moglie è di là che impasta, ed io sono tornato nei "sirri" verdi della mia Murgia a bagnarmi le scarpe di rugiada...

Lascia il tuo commento
commenti