Teatro

La regista e attrice minervinese Sabrina Balice in scena a Caserta con "Creditori"

La giovane attrice è oramai da tempo protagonista di una serie di opere teatrali

Spettacolo
Minervino mercoledì 18 aprile 2018
di La Redazione
Sabrina Balice
Sabrina Balice © nc

Andrà in scena sabato 21 aprile alle ore 20,30 e domenica 22 alle 18,30 al Piccolo Teatro di Caserta la compagnia teatrale 47 Mortochenarra con “Creditori” di August Strindberg. Regia, traduzione e adattamento sono della regista minervinese Sabrina Balice che ha anche il ruolo di Tekla. Daniele Paesano è Adolf, mentre Gustav è Valerio Rosati.

Ecco la sinossi: Un ex marito e un attuale marito. Cosa accadrebbe se si incontrassero? Forse non è un caso che Gustav si trovi a chiacchierare con Adolf sulla terrazza della casa al mare. Il suo più grande amore Tekla lo ha abbandonato per un ragazzo più giovane. Gustav è un uomo maturo, uno stimato professore, tradito e privato del suo onore da una donna. Adolf è un artista, giovane, fragile e molto ingenuo in questioni di cuore. Tekla ha sconvolto le vite di entrambi seguendo il suo cuore e il suo temperamento passionale. Ma ora è arrivato il momento di fare i conti, di pagare il proprio debito e Gustav diventa il creditore che bussa per riscuotere.

Nelle note di regia Sabrina Balice cita una battuta pronunciata da Gustav quasi alla fine del testo: “Siamo innocenti ma responsabili delle nostre azioni”. «In questa battuta – scrive la regista – credo ci sia il sunto di Creditori. Con i due personaggi maschili è come se l’autore volesse mostrarci lo Strindberg giovane, ingenuo sull’amore e sulle donne, e lo Strindberg adulto, consapevole del potere delle donne e del dolore che provocano. In questo, gioca un ruolo fondamentale la donna, Tekla, moglie e amante, che segue il proprio cuore e le proprie passioni, non curante (a detta di Strindberg) dell’effetto che le sue azioni provocano sugli altri. Uno spaccato psicologico sull’aspetto dell’amore e della passione che travolge tutto, incendiando quello che trova sul suo cammino».

Lascia il tuo commento
commenti