Dalla Regione Puglia

Barletta-Spinazzola, Mennea: “In arrivo il nuovo binario. Politica vincente anche per il turismo”

Per rafforzare il sistema di mobilità che collega la parte interna a quella costiera della Bat

Politica
Minervino martedì 23 giugno 2020
di La Redazione
Ferrovia Barletta-Spinazzola
Ferrovia Barletta-Spinazzola © nc

“Entro la fine dell’estate sarà rinnovato il binario della linea Barletta-Spinazzola. Gli interventi a cura di Rete Ferroviaria Italiana, per un investimento di 42 milioni di euro, prevedono il potenziamento dell’armamento ferroviario – rotaie, traversine e massicciata lungo l’intera linea da completarsi entro il 20 settembre”. Ad annunciarlo il consigliere regionale Pd, Ruggiero Mennea, il quale ricorda anche che “è in fase di ultimazione il progetto di fattibilità tecnico-economica dell’elettrificazione della tratta Canosa - Barletta. Gli interventi di elettrificazione e di ammodernamento saranno completati entro il 2025, con un progetto complessivo da 145 milioni di euro”.

“Mi sembra evidente – sottolinea ancora il consigliere regionale – che prosegue incessante l’impegno per rafforzare il sistema di mobilità che collega la parte interna a quella costiera della Bat. Questo potenziamento della linea rappresenta una chiara visione di come si vuole far sviluppare il territorio provinciale, con un investimento significativo che porterà al completamento di questa linea strategica che sarà finalmente completata”.

“Ricordo che il progetto prevede anche la fermata davanti all’ospedale Dimiccoli, il rifacimento della stazione di Canosa di Puglia e la trasformazione della fermata di Canne della Battaglia in stazione vera e propria, con finalità squisitamente turistiche”, aggiunge Mennea. “Un turismo d’avanguardia – dice - non può prescindere da una viabilità sostenibile, in grado di trasferire gente senza inquinare. E’ una politica che, per essere attuata, richiede tempo – conclude - ma si rivela vincente e duratura”.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Claudio Pascarelli ha scritto il 23 giugno 2020 alle 14:56 :

    Ma che senso ha ammodernare le rotaie se poi da Canosa a Spinazzola saranno utilizzate le motrici a gasolio ? Queste motrici non potranno mai raggiungere la velocità delle elettromotrici, quindi i nuovi binari non servono a nulla se non ad altri sprichi di risorse. Oltretutto cosa succede a Canosa ? per proseguire la corsa verso Spinazzola sarà sostituita la motrice ? a me pare una cosa completamente insensata. La tratta ferroviaria "Barletta - Spinazzola", dovrebbe essere tutta elettrificata. Rispondi a Claudio Pascarelli