Verso le regionali 2020

Primarie del centrosinistra: domenica il voto a Minervino per il candidato presidente

La sfida tra Emiliano, Amati, Gentile e Palmisano in vista delle elezioni della prossima primavera

Politica
Minervino venerdì 10 gennaio 2020
di La Redazione
Primarie PD
Primarie PD © n.c.

Si avvicina l’appuntamento elettorale per il rinnovo delle cariche istituzionali della Regione Puglia. Le elezioni in primavera andranno ad eleggere il successore di Michele Emiliano come Governatore e sarà rinnovato il consiglio regionale. In attesa di tale appuntamento le forze politiche iniziano ad organizzarsi alla ricerca di candidati leader che possano competere per la sfida. Se per il centrodestra è già stata annunciata la candidatura a presidente dell’on. Raffaele Fitto, il centrosinistra si affida allo strumento consueto delle primarie.

Domenica prossima,12 gennaio 2020, gli elettori del centrosinistra potranno scegliere chi tra Fabiano Amati, Elena Gentile, Michele Emiliano e Leonardo Palmisano sarà il candidato alla carica di governatore della Puglia alle prossime elezioni regionali.

Anche a Minervino Murge sarà allestito un seggio nella sede del Partito Democratico in Corso Matteotti 10 dalle ore 8:00 alle ore 20:00.

CHI PUO' VOTARE

I cittadini italiani iscritti alle liste elettorali possono votare portando con sé un documento di riconoscimento, e il contributo di almeno 1 euro.

Gli allettati, le ragazze e i ragazzi di età compresa fra 16 e 18 anni e coloro che voteranno in altro comune devono utilizzare il modulo apposito su sezione registrati del portale dedicato alle primarie www.primariepuglia2020.it

COME SI VOTA

Le elezioni primarie per il Governatore della Regione Puglia si svolgeranno domenica 12 gennaio. I seggi saranno aperti dalle ore 8:00 alle ore 20:00.

Per votare è necessario recarsi al seggio con un documento di riconoscimento in corso di validità, un contributo minimo di un euro.

Gli elettori fuorisede, che si siano precedentemente registrati online, devono presentarsi con un documento di riconoscimento e un contributo minimo di un euro.

L'elettrice/elettore esprime il suo voto tracciando un unico segno sul nome del candidato o della candidata scelta.

Lascia il tuo commento
commenti