Dopo la protesta ieri a Roma dei gilet arancioni

Xylella e gelate, la sen. Messina (PD): «Dal governo nessuna soluzione»

"E' il risultato di una politica che non risolve i problemi, ma li alimenta e li cavalca per ragioni di consenso elettorale"

Politica
Minervino venerdì 15 febbraio 2019
di La Redazione
La sen. Messina in piazza con i gilet arancioni
La sen. Messina in piazza con i gilet arancioni © nc

"Non si può che esprimere un'amara insoddisfazione per le modalità con le quali il governo sta affrontando le due delicatissime questioni della Xylella e delle gelate in Puglia. L'unico risultato è stato solo di dividere rappresentanza e agricoltori". Lo dichiarano i capigruppo Pd in Commissione Agricoltura alla Camera e al Senato Maria Chiara Gadda e Mino Taricco e i parlamentari democratici Teresa Bellanova, Francesco Boccia, Michele Bordo, Marco Lacarra, Alberto Losacco, ASSUNTELA MESSINA, Ubaldo Pagano, Dario Stefano.

"Il caos generato negli ultimi mesi - continuano - è il risultato di una politica che non risolve i problemi, ma li alimenta e li cavalca per ragioni di consenso elettorale. Nonostante le tante promesse, il settore agricolo e' stato totalmente ignorato dalla legge di bilancio prima e dal dl Semplificazioni poi. Oggi il governo pensa di ergersi a salvatore, invece sono i primi responsabili del ritardo. L'agricoltura italiana si merita dignità: non basta sventolare misure come l'etichettatura, bisogna che sotto l'etichetta ci sia un prodotto e che le aziende siano aiutate e sostenute in maniera adeguata. Per questi motivi, di fronte ai dissidi tra le forze di maggioranza, depositeremo i primi giorni della prossima settimana una proposta organica del Pd che chiederemo a tutte le forze politiche di condividere".

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Michele Pasquali ha scritto il 16 febbraio 2019 alle 12:45 :

    Questa senatrice forse non si ricorda che l'assessore all'agricoltura della Regione Puglia è Di Gioia (PD), il nulla facente in persona. Bisogna aggiungere altro? I fatti parlano da soli. Vergogna. Rispondi a Michele Pasquali