Politica e territorio

Crisi politica per la questione discarica, Sindaca revoca deleghe al vicesindaco Brizzi

L'ex vicesindaco e assessore contrario al ricorso al Consiglio di Stato contro la discarica sul territorio comunale

Politica
Minervino giovedì 11 ottobre 2018
di La Redazione
Il consigliere Antonio Brizzi
Il consigliere Antonio Brizzi © MinervinoLive

Terremoto presso il Palazzo di Città dopo la decisione della Sindaca Mancini in merito al ruolo politico del vicesindaco Antonio Brizzi, nell'ottica della realizzazione del programma elettorale presentato ai cittadini nel 2016.

La diatriba tra il gruppo di maggioranza SiAmo Minervino e il - ormai ex - vicesindaco Brizzi nasce sul tema dell'ampliamento dell'impianto di discarica in Contrada Tufarelle, sul territorio di competenza del Comune di Minervino Murge.

L'assessore e vicesindaco Brizzi, avrebbe infatti manifestato un orientamento politico, per la ben nota questione della realizzazione dell'impianto di discarica, nettamente contrastante e antitetico rispetto a quello contenuto nel programma elettorale, dell'Amministrazione Mancini, che si impegnava nei confronti della cittadinanza per la tutela del territorio da ogni forma di depauperamento dello stesso e da ogni utilizzo contrario all'ecosostenibilità.

"Ho assunto tale decisione- afferma la prima cittadina Mancini - avendo constatato il netto rifiuto dello stesso assessore alla sottoscrizione del documento di maggioranza, in cui veniva nuovamente rafforzato l'orientamento politico assunto dal nostro gruppo e avendo manifestato, lo stesso assessore, netta contrarietà all'ulteriore ricorso in appello al Consiglio di Stato avverso la sentenza del Tar Puglia num. 1134/2018".

Sono state, pertanto, revocate le deleghe già conferite al consigliere Brizzi riguardo le materie: opere pubbliche e ambientali, edilizia privata e pubblica, lavori pubblici, ambiente, servizi cimiteriali, strade urbane e rurali, verde pubblico e arredo urbano. Tali deleghe passano, al momento, nella facoltà della SIndaca Mancini.

Dopo la fuoriuscita, nelle scorse settimane, del consigliere Melacarne dalla maggioranza, il gruppo politico SiAmo Minervino deve registrare un ulteriore momento di crisi alla soglia del giro di boa del proprio mandato elettorale.

Lascia il tuo commento
commenti