Piccoli cittadini

"QuerciAmo insieme", l'educazione al rapporto con la natura arriva a scuola con l'ass L'Umana Dimora

Circa 200 ghiande sono state distribuite agli alunni degli istituti "De Amicis" e "Pietrocola" di Minervino Murge da parte dell'associazione L'Umana Dimora in collaborazione con LAV

Cultura
Minervino martedì 22 dicembre 2020
di La Redazione
QuerciAmo Insieme
QuerciAmo Insieme © L'Umana Dimora

Circa 200 ghiande sono state distribuite agli alunni degli istituti "De Amicis" e "Pietrocola" di Minervino Murge da parte dell'associazione L'Umana Dimora in collaborazione con LAV. L'iniziativa dal titolo "QuerciAmo insieme" si pone a completamento del programma generale "Rendiamo gli alberi alla Terra" portato avanti dall'associazione insieme a numerosi altri progetti di educazione civica ed ambientale.

Nello specifico, con questa iniziativa, è stato insegnato agli alunni a selezionare, interrare e prendersi cura di ghiande di esemplari autoctoni di Lecci, Cerri e Roverelle.

"Vogliamo operare nella comunità civile come punto di proposta di un nuovo rapporto uomo-ambiente - ci raccontano gli organizzatori - dove l’uomo si concepisca come custode-amministratore dell’ambiente e delle relative risorse, e come centro di elaborazione di una più corretta gestione e distribuzione delle risorse ambientali per un globale miglioramento della qualità della vita e dell’ambiente anche alla luce degli insegnamenti delle Encicliche Centesimus Annus, Caritas in veritate e Laudato si".

Ecco come prendersi cura di due ghiande da cui prenderà vita una piccola quercia:

  • Sotto una pianta matura è possibile reperire la ghiande (già fatto).
  • Raccogliere quella marrone che sono mature (già fatto).
  • Togliere il cappuccio alle ghiande che lo presentano ancora e dopo averle messe in acqua per 15 minuti prendere quelle che affondano. Invece quelle che galleggiano o che rimangono immerse verticalmente vanno escluse (già fatto).
  • Successivamente vanno escluse quelle mollicce o che presentano lesioni.
  • Preparare dei vasetti scuri di almeno 20 cm di altezza (o plastica nera o parte inferiore di bottiglia di plastica con foro in fondo e colorata di nero o coperta di plastica nera.
  • Inserire la ghianda in almeno 8 cm di profondità lasciandola orizzontale e con la punta verso il centro.
  • Deporre il vasetto all’ esterno in un posto senza luce diretta e riparato da vento e dalla pioggia.
  • Aspettare la germinazione che avverrà tra marzo e aprile e successivamente la crescita della pianta: Di tanto in tanto innaffiare.

Al rientro dalle festività natalizie, alle classi che dovessero farne richiesta, sarà riproposta la stessa esperienza educativa sempre nel rispetto delle regole di contingentamento imposte dalla pandemia.

I piccoli studenti, alla luce dell'esperienza vissuta, sono stati anche invitati a visitare le piccole querce piantate dall'associazione L'Umana Dimora presso l'orto botanico del Liceo Scientifico "E. Fermi", con uno sguardo di certo più consapevole e grato.

Lascia il tuo commento
commenti