Fede e devozione

Pellegrinaggio alla Scala Santa di San Michele, la proposta del Santuario Madonna del Sabato

Il camino di fede, proposto a tutti coloro che vogliono aderire, si svolgerà il giorno 1 di novembre, solennità di Tutti i Santi.

Cultura
Minervino martedì 29 ottobre 2019
di La Redazione
La scala santa
La scala santa © n.c.

La comunità del Santuario Madonna del Sabato di Minervino Murge, in collaborazione con C.I.C.S. (Cammini Interdiocesani Cultura e Spiritualità), la Pro Valloni Garganici ONLUS e l'associazione locale L'Umana Dimora organizza il pellegrinaggio a "La scala santa dell'Arcangelo Michele" in località Monte Sant'Angelo.

Il camino di fede, proposto a tutti coloro che vogliono aderire, si svolgerà il giorno 1 di novembre, solennità di Tutti i Santi.

Lungo i versanti di Monte Sant’Angelo che degradano verso il mare Adriatico si snoda una delle più antiche mulattiere esistenti , percorsa incessantemente dai Pellegrini Micaelici che sin dalla fine del V secolo visitano la Grotta dell’Arcangelo Michele. La “Valle Scannamugliéra” costituisce una deformazione popolare del toponimo “Scanderh Molelrh” che, secondo il noto letterato Frà Marcello Cavagliere, interpretando la Lingua Gotica vuol dire “forte e grande salire”. In lunghi tratti della mulattiera sono presenti scalini, scavati nella roccia dai contadini, dai pastori e dai devoti per rendere più agevole la salita. La frequentazione di questo sentiero da parte dei Pellegrini Micaelici ha determinato che, nel tempo, esso venisse denominato “Scala Santa”. Tutto il sentiero è allo scoperto, molto panoramico, ed attraversa uno tra i più interessanti paesaggi rupestri del Gargano, plasmati dall’attività secolare dell’uomo.

Per maggiori informazioni circa la tipologia del percorso, il programma e i costi è possibile rivolgersi al parroco del Santuario, don Peppino Balice.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • selvaggio giuseppe ha scritto il 07 novembre 2019 alle 11:28 :

    Frequento quei posti da decenni e sono incuriosito da questa " scala santa". Avendo soggiornato nelle frazioni " montagna" di Manfredonia più di una volta, nel lontano passato,ed avendo visitato più di una volta l'Abbazia diPulsano, non mi è stato ancora possiile effettuare il sentiero che unisce la frazione di Tomaiolo ( spero di non sbagliare) con la detta abbazia. Mi risulta che un albergo " Menta e rosmarino" effettuasse tale iniziative anche con cavalli. E' lo stesso sentiero ? Saluti. Rispondi a selvaggio giuseppe

  • Pierluigi Luisetti ha scritto il 01 novembre 2019 alle 08:59 :

    Chi sono i santi? Non solo quelli canonizzati dalla chiesa, ma piuttosto quelli che si sono convertiti al Vangelo di Cristo e fanno poi la sua volontà. Il premio eterno verrà conferito solo al ritorno di Cristo, nell'ultimo giorno, non prima. Le parole di S. Paolo sono inequivocabili e vanno lette non solo dai preti e religiosi ma anche da tutti i credenti (Cfr. 1 Tessalonicesi 4:13-18 come pure 2 Timoteo 4:7,8). La cosiddetta comunione dei santi (vivi e defunti) è una forzatura antibiblica e si basa sull'immortalità dell'anima, un concetto greco-pagano risalente al filosofo Platone e non agli scritti ispirati della Bibbia. La chiesa condanna Halloween ma ormai è omologato persino alla televisione con il compiacimento di grandi e piccoli...(Vedi "Caduta libera" di ieri con Jerri Scotti). Rispondi a Pierluigi Luisetti