Volontariato e sviluppo del territorio

“La notte dei saperi e dei sapori”, Minervino e Montemilone insieme per ripartire dalla diga Locone

“Siamo convinti – ha dichiarato Antonio Riccardi, coordinatore di “Montemilone 2.0” - che sviluppare le potenzialità ambientali e turistiche della diga, possa portare ricadute occupazionali e di sviluppo economico dell'intera area

Cultura
Minervino lunedì 05 agosto 2019
di La Redazione
La notte dei saperi e dei sapori
La notte dei saperi e dei sapori © n.c.

La manifestazione dall'evocativo titolo “La notte dei saperi e dei sapori” che si svolgerà domani 6 agosto a Montemilone sarà - come preannunciato dagli organizzatori - un'occasione di incontro e di confronto tra due città vicine e collegate da aspirazioni comuni, riunendo alcune delle realtà del volontariato locale rappresentanti le comunità di Minervino Murge e Montemilone.

"Un appuntamento culturale - affermano i promotori dell'evento - che nasce dalla volontà di molte associazioni tra cui, in particolare, l’Associazione “Montemilone 2.0” e la “Libera Associazione di Volontariato” di Minervino Murge, di creare una rete più ampia d’interazione e collaborazione, allo scopo di sensibilizzare e coinvolgere, in maniera più incisiva, le due comunità su tematiche specifiche dei nostri territori".

Una manifestazione culturale, quindi, che prevede non solo momenti musicali e di poesia, ma anche la presentazione di iniziative e progetti che mirano alla valorizzazione del nostro territorio a fini turistici.

Si parlerà, ad esempio, della possibile valorizzazione turistica e ambientale della “Diga sul torrente Locone”, situata tra Minervino Murge e Montemilone.

L’idea è quella di iniziare un percorso costruttivo tra le Associazioni presenti sul territorio, il WWF di Puglia e Basilicata, il Consorzio di Bonifica “Terre d’Apulia”e le Amministrazioni Comunali di Minervino Murge e Montemilone, allo scopo di elaborare un progetto complessivo e condiviso, da candidare a finanziamento pubblico, coinvolgendo la Regione Puglia e la Regione Basilicata.

Siamo convinti – ha dichiarato Antonio Riccardi, coordinatore dell’Associazione “Montemilone 2.0” - che sviluppare le potenzialità ambientali e turistiche della diga, possa portare ricadute occupazionali e di sviluppo economico dell’intera area”.

Da cornice alla serata, poi, ci saranno diversi stand espositivi ed enogastronomici, che faranno apprezzare, ai visitatori presenti, la bontà e i sapori dei nostri prodotti locali, come ad esempio le “pettole”, la salsiccia, le “braciole”, i peperoni, accompagnati da un buon bicchiere di “malvasia”.

Un’occasione, quindi, per trascorrere una serata piacevole e interessante.

Lascia il tuo commento
commenti