Teatro amatoriale

La compagnia teatrale Liberarte porta in scena una nuova commedia dal titolo: “La buscej vaj ‘nnan"

La prossima commedia si svilupperà intorno ad una storia d’amore tra due ragazzi di ceti differenti

Cultura
Minervino sabato 16 febbraio 2019
di Raffaella Ippolito
La locandina
La locandina © n.c.

Un nuovo spettacolo teatrale della compagnia "Liberarte", altro punto di riferimento nel panorama culturale minervinese, è alle porte. I teatranti della compagnia in questione, proseguono la loro escalation artistica con uno spettacolo in vernacolo, dal retrogusto verace, tipico della nostra terra.

Dal titolo “La buscej vaj ‘nnanz e la v-r-taj ven appirs", la prossima commedia della compagnia "Liberarte" si svilupperà intorno ad una storia d’amore tra due ragazzi di ceti differenti, non accettata, nella sua ragion d'essere, da uno dei due capofamiglia. Questo elemento dissonante porterà a destabilizzare gli equilibri precari di realtà familiari incerte: il tutto sarà accompagnato, fra le tante vicende, da una serie di dinamiche surreali, il sale e pepe di una storia ambientata nel domestico, non troppo lontano dalle nostre realtà quotidiane.

Baluardo dell'associazione, per quest'anno, è il neo-regista e attore Michele Saracino, già interprete della compagnia da svariati anni. Calato completamente nella parte del regista, abbiamo chiesto a Michele qualche considerazione in merito a questa nuova esperienza.

"Mi è capitato di sentirmi fortemente colpito vedendo il lavoro di un regista, un ruolo determinante in una compagnia teatrale, un compito che ho sentito di svolgere, sin da subito, con grande entusiasmo e buona volontà. Questo desiderio ha avuto a che fare con un impulso d'ispirazione tradottosi, ben presto, nell'atto di accettare questa bella sfida. Avendo calcato il palco prima come attore, il ruolo della direzione alla scena è senza dubbio l’aspetto che mi intriga di più e in cui penso di potermi cimentare al meglio. Un regista deve sempre “innamorarsi” dei suoi attori, assimilare le peculiarità di ognuno di loro e valorizzarle, quanto più possibile, con un pizzico di sagacia e creatività. Ecco la mia missione teatrale di quest'anno, lavorare sodo per ottenere grandi risultati!"

Michele tesse le lodi di una compagnia composta da un cast di fiducia, con qualche piccola new entry: regia di Micky Saracino, testo di Francesco Camorcia, assistente alla regia Saba Pantone e, fra gli attori, Francesca Giuliano, Nunzio Spineto, Mariantonietta Cannone, Filomena Ciani, Antonio Baccaro, Bina Leone, Alessio Loiola, Luigi Rotunno.

Lo spettacolo avrà luogo nel Cinema Moderno di Minervino nei giorni 9-10-16-17-22-23-24 marzo. La prevendita, inoltre, avverrà presso corso Matteotti 18 (davanti al comitato feste patronali), dalle 18.00 alle 20.00 del 28 febbraio e del 1-2-3-7-8-14-15-21 marzo. La prevendita sarà disponibile anche nei giorni della commedia dalle 18 alle 20.

Lascia il tuo commento
commenti