Una task force operativa

Coronavirus, attivato coordinamento infermieri Cives Bat presso l'aeroporto di Bari

Stanno scattando anche negli aereoporti pugliesi i controlli con misurazione della temperatura corporea attraverso termoscanner e termometri laser

Cronaca
Minervino venerdì 21 febbraio 2020
di La Redazione
Coronavirus, controlli in aeroporto
Coronavirus, controlli in aeroporto © nc

Il Coordinamento Infermieri Volontari Emergenze Sanitarie (CIVES), a seguito della dichiarazione adottata dal Consiglio dei Ministri dello Stato d’Emergenza rispetto all’infezione da Coronavirus e con il conseguente coinvolgimento del Dipartimento della Protezione Civile (DPC), è stato ufficialmente attivato.

L’impegno, iniziato dai primi giorni di febbraio sul territorio nazionale, ha visto sin da subito la cooperazione con le altre associazioni di volontariato e gli organi (USMAF) preposti dal Ministero della Salute al caso, con l’intento di garantire una gestione ottimale a tale emergenza sanitaria.

Il Ministero della Salute Ufficio 05 – Prevenzione delle malattie trasmissibili e profilassi internazionale – ha messo a disposizione dei volontari un set di dispositivi di protezione individuali monouso che permettano di lavorare in tutta sicurezza.

Presso l’Aeroporto Internazionale di Bari-Karol Wojtyla molti infermieri volontari CIVES BAT attivamente stanno garantendo una presenza continuativa nell’aerostazione pugliese.

Stanno scattando anche negli aereoporti pugliesi i controlli con “misurazione della temperatura corporea attraverso termoscanner e termometri laser, a supporto degli Uffici Sanitari Aeroportuali” per cercare di limitare la diffusione del Coronavirus. Il piano prevede verifiche universali su tutti i passeggeri in arrivo dall’estero e proseguiranno per diverso tempo.

Tutto il Direttivo Nazionale, in continuo contatto con i Presidenti locali e con il DPC, ha organizzato una task force operativa e organizzativa per garantire ai soci e alle istituzioni il massimo apporto.

Pur in presenza di una situazione epidemiologica che non desta preoccupazioni – afferma il presidente CIVES BAT Carlo Di Bari anche in Puglia rimane alto il livello di attenzione e l’adesione agli adempimenti disposti dal Comitato operativo nazionale di protezione civile, ai cui lavori si partecipa quotidianamente”.

Il lavoro finora svolto dagli Infermieri CIVES, ancora una volta, mette in risalto le competenze e la voglia di essere utile alle istituzioni e alla popolazione.

Molti infermieri del CIVES BAT e Bari – conclude il presidente Di Bari -, con professionalità, passione e dedizione stanno garantendo la presenza, là dove richiesta, sin da subito con l’augurio che il prima possibile la situazione si stabilizzi che si torni alla tranquillità”.


Lascia il tuo commento
commenti