Controlli dei Carabinieri Forestali nelle aree boschive del Parco

Svolgevano motocross nel bosco di Acquatetta, sequestrata una moto

L'area ricade nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia

Cronaca
Minervino lunedì 09 dicembre 2019
di La Redazione
La moto sequestrata
La moto sequestrata © n.c.

Nell’ambito delle attività di perlustrazione e controllo delle aree boschive del Parco Nazionale dell’Alta Murgia il personale del Reparto Carabinieri Forestali di Andria è intervenuto all’interno del comprensorio boschivo demaniale di “Acquatetta” in agro del comune Minervino Murge, ove sono stati sorpresi alcuni soggetti nel mentre si esercitavano in attività di motocross.

Tale attività sportiva che solitamente viene praticata con moto “enduro” su piste libere e fuori dai tracciati viari, risulta di disturbo alla fauna e all’ambiente producendo non solo un’elevata rumorosità ma nella maggior parte dei casi, delle vere e proprie modifiche al territorio con aperture nuove di piste. Per questo le norme a tutela dell’area protetta prevedono per tale disciplina, un generale divieto finalizzato a tutelare la vegetazione e la tranquillità delle specie.

Infatti su l’area controllata erano presenti i segni del passaggio delle moto fuori dalle tradizionali piste carrabili con evidente danno all’ecosistema forestale, e alle sue componenti naturali, e del sottobosco. Alla vista dei Carabinieri Forestali i motociclisti si sono subito dati alla fuga facendo perdere le loro tracce, lasciando sul posto una sola moto, posta successivamente sotto sequestro penale. La stessa moto è risultata priva di targa e non omologata per il transito su strada.

Di quanto accaduto è stata informata la competente Magistratura di Trani a seguito di accertata violazione alla legge quadro sulle aree naturali protette.

Lascia il tuo commento
commenti