L'operazione

Mise a segno un colpo a Minervino, sgominata la banda del buco

Sono accusate di aver commesso quattro furti in gioiellerie, tra Puglia e Basilicata, di notte, tra il dicembre 2020 e lo scorso mese di febbraio

Cronaca
Minervino martedì 23 novembre 2021
di La Redazione
Sgominata banda del buco
Sgominata banda del buco © Nc

Nelle prime ore della mattinata odierna , a conclusione di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Potenza e condotte dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Melfi, a Foggia, con il supporto dell'arma territorialmente competente , nel corso delle indagini preliminari , è stata data esecuzione ad un'ordinanza di applicazione di misure cautelari, disposta dal GIP di Potenza.
Le investigazioni, avviate nel febbraio del 2021, hanno portato all'emissione di 8 provvedimenti cautelari ( 5 di custodia in carcere e 3 agli arresti domiciliari con dispositivo elettronico di controllo c.d. “braccialetto”) in ordine alle ipotesi di furto aggravato, consumato e tentato, in concorso.
Le otto persone sono  accusate di aver commesso quattro furti in gioiellerie e tabaccherie, tra Puglia e Basilicata (Vulture - Melfese), di notte, tra il dicembre 2020 e lo scorso mese di febbraio, quando erano in vigore alcune limitazioni imposte dal lockdown, come il divieto di spostamento tra regioni.
 Le indagini dei Carabinieri, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Potenza, hanno accertato che le persone indagate sono coinvolte in furti commessi con la "tecnica del buco", a Melfi, Rionero in Vulture (Potenza), Minervino Murge (BAT) e San Giovanni Rotondo (Foggia): in totale sono stati rubati monili e preziosi per un valore di circa 47 mila euro. 

Lascia il tuo commento
commenti