Lo scenario spettrale

Grande incendio sfiora il centro abitato di Minervino, ancora in corso le operazioni di spegnimento

A partire dalle ore 14 di ieri un incendio è partito nella zona lama Matitani, ancora in corso le operazioni di spegnimento

Cronaca
Minervino domenica 01 agosto 2021
di La Redazione
Le fiamme sfiorano il centro abitato
Le fiamme sfiorano il centro abitato © MinervinoLive.it

Abbiamo assistito a immagini che mai avremmo voluto vedere a partire dal primo pomeriggio di ieri. Fiamme e fumo hanno lambito il centro cittadino nella zona est consegnandoci cartoline da incubo del nostro borgo autentico. A partire dalle ore 14 un incendio è partito nella zona lama Matitani. Complici le alte temperature e il vento caldo, le fiamme sono giunte sino alla collina della croce, il bosco Lama Cipolla e la zona della Grotta di San Michele distruggendo la macchia mediterranea della brulla Murgia. Subito al lavoro i vigili del fuoco che poco hanno potuto fare di fronte alla vastità dell'incendio. Alle 16,30 l'atteso arrivo di due arei canadair, che rifornendosi alla diga Locone hanno gettato acqua nelle zone interessate, sorvolando a bassissima quota le abitazioni della Sciesciola. Ai cittadini è stato ordinato di restare nelle abitazioni per evitare di essere colpiti dai violenti gettiti di acqua. L'attività dei mezzi aerei è proseguita sino al tramonto, ma le fiamme hanno continuato il loro incedere per tutta la notte, sotto il controllo di vigili del fuoco e mezzi di soccorso sopraggiunti a Minervino. Questa mattina nuovamente in azione i Canadair per mettere fine al fuoco. Minervino si risveglia con il suo patrimonio paesaggistico della Murgia completamente dilaniato, distrutto, sconfitto con un danno incalcolabile per l'ambiente, l'ecosistema, l'immagine del territorio. Una città ferita al cuore in questo primo weekend di agosto in cui si era pronti ad accogliere turisti, visitatori ed emigranti in ritorno nel paese di origine. In corso le indagini sulle cause dell'incendio che pare essere di origine dolosa. Consentitici, non è nel nostro stile, di augurare il peggio a chi si è reso responsabile di tale malefatta, macchiandosi di una colpa sociale senza appello e giustificazione.

Vi aggiorneremo nelle prossime ore sull'accaduto.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco ha scritto il 04 agosto 2021 alle 09:16 :

    Qualche tempo fa la trasmissione Report si occupò del grande business dietro al movimento dei Canadair. Rispondi a Marco

  • Franco ha scritto il 02 agosto 2021 alle 09:55 :

    Purtroppo mi aspetto le solite speculazioni economiche dopo questi eventi "naturali'. Rispondi a Franco

    Marco ha scritto il 02 agosto 2021 alle 10:17 :

    Non credo che gli incendiari siano pazzi, come magari vogliono farci credere, ma seguono un piano preciso per garantire ai loro mandanti lavori di sorveglianza futura e di ripristino vegetazione. Rispondi a Marco

    Michele Pascalitto ha scritto il 03 agosto 2021 alle 11:23 :

    Infatti questa cosa è chiara da tempo. Come tutte le cunette di Minervino Murge...bruciano tutti i santi giorni così stiamo a posto con la manutenzione, facile no? Rispondi a Michele Pascalitto

  • CARMINE CIANI PALO del colle ha scritto il 02 agosto 2021 alle 09:11 :

    tutto cio puo' essere la mano dell'uomo ma colpe gravi le anno le istituzioni non avere come negli anni sessanta ne pulizia.ne manutenzioni per salvaguardare le aree a rischio aumentano la disocupazione tanto ce il redditto di cittadinanza il lavoro e un opzione che fa disiqualianza per chi suda per portare il pane per la famiglia .E ORA CHE I POLITICI SI SVEGLIANO ???????? Rispondi a CARMINE CIANI PALO del colle

    Franco ha scritto il 03 agosto 2021 alle 09:21 :

    Si ma non diamo alibi a nuovi appalti e sprechi. È quello che gli incendiari vogliono. Rispondi a Franco