Il caso denunciato sui social

Abbandono dei rifiuti, in attesa delle fototrappole a far la guardia ci pensano i cittadini

Ha suscitato molta curiosità la denuncia fotografica che nella giornata di ieri una concittadina ha pubblicato su una pagina del social

Cronaca
Minervino sabato 03 aprile 2021
di La Redazione
Signora beccata ad abbandonare un sacchetto di rifiuti
Signora beccata ad abbandonare un sacchetto di rifiuti © n.c.

Il continuo proliferare di cumuli di rifiuti sul territorio comunale e nelle campagne di Minervino rappresenta, oltre al danno d'immagine per la città, un problema di salute pubblica che da sempre attanaglia la nostra comunità. Solo qualche settimana fa ci eravamo occupati del rinvenimento di un depoosito abusivo di ecoballe tra gli splendidi scenari della Murgia minervinese (LEGGI QUI). 

A questi gravi ed eclatanti episodi si accompagnano le frequenti segnalazioni di abbandono di sacchetti di immondizia o di rifiuti ingombranti da parte di semplici cittadini. Tali odiosi comportamenti, causati dai più svariati motivi, sono sempre mal tollerati dalla popolazione, quella che paga le tasse per la raccolta dei rifiuti e la pulizia delle strade e che ha permesso a Minervino di raggiungere l'invidibile traguardo di Comune con la più alta percentuale di raccolta differenziata nella provincia Bat.

E così, in attesa che si concretizzi l'installazione di 19 fototrappole in arrivo nel nostro Comune grazie alla partecipazione al bando di Ager (LEGGI QUI), alcuni intrepidi cittadini hanno iniziato, in maniera attiva, a riprendere con cellulari e fotocamere piccoli e grandi depositi di materiale di scarto sul territorio murgiano, rifiuti abbandonati fuori dai bidoncini o lungo le strade periferiche della città e altri comportamenti che penalizzano, anche economicamente (facendo decrescere le percentuali di raccolta differenziata), tutti gli abitanti di MInervino.

Ha suscitato molta curiosità la denuncia fotografica che nella giornata di ieri una concittadina ha pubblicato su una pagina del social network Facebook dedicata al nostro paese. Nelle foto è chiaramente intuibile l'atto di abbandono di un sacchetto di rifiuti da parte di una donna nei pressi di via Fratelli Roselli. La cittadina incriminata viene immortalata mentre, sporgendosi al di là della ringhiera che delimita la strada dalla campagna sottostante, lascia cadere il pattume "in piena mattinata, senza vergogna" come stigmatizza l'utente che ha pubblicato  le immagini.

Non resta che attendere, dunque, che nel più breve tempo possibile gli occhi virtuali delle fototrappole possano essere posizionati nei punti più critici del vasto territorio comunale, per coadiuvare le azioni degli organi preposti al controllo e alla sanzione di questi comportamenti e sopperire alle segnalazioni spesso cadute nel vuoto dei cittadini più attenti e solerti.

Lascia il tuo commento
commenti