Nuove ordinanze di chiusura

Minervino, la Sindaca ordina il coprifuoco alle 19,00: chiusi negozi, piazze e villa comunale

L’aumento dei casi a Minervino ha imposto misure restrittive urgenti per evitare gli assembramenti

Attualità
Minervino lunedì 16 novembre 2020
di La Redazione
Piazza e Strade chiuse
Piazza e Strade chiuse © n.c.

Era ormai nell’aria nelle ultime ore una decisione forte da parte della Sindaca, ed ecco arrivate nella tarda mattinata tre ordinanze che di fatto sanciscono il coprifuoco a Minervino a partire dalle ore 19,00 da oggi 16 Novembre sino al 3 dicembre 2020, a causa del notevole incremento dei casi positivi al Covid-19. In particolare:

  1. il divieto di accesso ai parchi e giardini comunali della villa faro del centro urbano di Minervino Murge dalle ore 19:00 e fino alle ore 05:00 del giorno successivo;
  2. la chiusura al pubblico e il divieto di stazionamento nelle seguenti piazze: Gramsci, Bovio, De Deo, XX Settembre a partire dalle ore 19:00 e fino alle ore 05:00 del giorno successivo, con la possibilità di accesso e deflusso consentita alle proprie abitazioni da parte dei residenti.

Mentre il lockdown per le attività commerciali, pubblici esercizi, e servizi a far data dal 16 novembre 2020 e fino al 3 dicembre 2020 riguarderà:

  1. tutti gli esercizi commerciali, alimentari e non, ivi comprese le attivita’ artigianali e quelle di estetisti e parrucchieri ubicati nel territorio di Minervino Murge, di cessare la vendita e/o il servizio al pubblico entro e non oltre le ore 19:00 e la successiva apertura dalle ore 05:00 del giorno successivo;
  2. la sospensione di ogni attivita’ svolta nelle sedi di associazioni e sedi di partiti politici, ad esclusione delle attività svolte nelle sedi delle associazioni di protezione civile e le associazioni di volontariato collaborative nell’emergenza;
  3. tutti i pubblici esercizi (bar, pasticcerie, ristoranti, pub e pizzerie) che praticano l’asporto, la sospensione della prefata attivita’ entro e non oltre le ore 19:00 e la successiva ripresa dalle ore 05:00 del giorno successivo;
  4. tutti i pubblici esercizi (bar, ristoranti, pasticcerie, pub e pizzerie) che praticano la consegna a domicilio, la sospensione della prefata attivita’ entro e non oltre le ore 00:00 e la successiva ripresa dalle ore 05:00 del giorno successivo;
  5. le disposizioni di cui sopra sono valide dal lunedì al sabato mentre la domenica tutti gli esercizi commerciali resteranno chiusi, a prescindere dalla effettuazione o meno di “aperture continuate”, fatti salvi i pubblici esercizi di cui agli articoli 3 e 4;
  6. rimangono escluse dalla presente ordinanza le farmacie e parafarmacie del territorio comunale che potranno rimanere aperte al pubblico anche oltre le ore 19:00;
  7. la chiusura dalle ore 19.00, con apertura non prima delle ore 05.00, per tutti i giorni della settimana, di tutti i bar self-service, cosiddetti distributori automatici H24, liberamente accessibili a tutti e senza alcuna forma di controllo attesa l’assenza di un gestore o di personale delegato al controllo.
Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Pendolare 1 ha scritto il 16 novembre 2020 alle 14:58 :

    Significa che i pendolari che rientrano tardi la spesa la faranno nei paesi che lavorano...... Rispondi a Pendolare 1