Emergenza Corona virus

Nuove disposizioni da parte della sindaca: ecco i dettagli

Tre nuove ordinanze firmate dalla Prof.ssa Mancini per ridurre ancora maggiormente la probabilità di contagio a Minervino

Attualità
Minervino mercoledì 18 marzo 2020
di La Redazione
La sindaca Mancini
La sindaca Mancini © n.c.

Nonostante il numero di casi positivi al nuovo CoVid-19 a Minervino sia ancora pari allo zero, sono state emanate altre 3 nuove ordinanze sindacali che riguardano l’orario di chiusura serale delle attività, l’orario di apertura al pubblico del civico cimitero e la sospensione, in via precauzionale, dell’attività dei giochi telematici. Ma analizziamo nel dettaglio:

RIDUZIONE ORARIO DI VISITA DEL CIVICO CIMITERO

Il cimitero di Minervino potrà essere visitato solo nelle giornate di martedì, mercoledì, venerdì e sabato, mentre rimarrà chiuso nelle giornate di domenica, lunedì e giovedì, con i medesimi orari in vigore. Nelle giornate di domenica, lunedì e giovedì la struttura sarà temporaneamente aperta solo in caso di deposito dei feretri e tumulazioni.

SOSPENSIONE DEI GIOCHI CHE PREVEDONO VINCITE IN DENARO

Negli esercizi che espletano lo svolgimento di attività miste (es. bar-tabacchi, sale giochi) avvenga l’immediata sospensione di tutte le tipologie di gioco che prevedono vincite in denaro (gratta e vinci, 10 e lotto) fino al prossimo 25 marzo compreso.

CHIUSURA SERALE AL PUBBLICO DELLE ATTIVITA’

Tutte le attività con regolare permesso di vendita di beni di prima necessità (alimentari - generi di prima necessità) sono obbligate ad effettuare la chiusura al pubblico alle ore 19.00 da oggi e fino al 25 marzo compreso. Tale provvedimento esclude le farmacie che, invece, continueranno a svolgere il proprio servizio rispettando i soliti orari di apertura al pubblico.

Tali ordinanze sono state trasmesse dalla Prima Cittadina alla Prefettura della provincia di Barletta-Andria-Trani, al Comando di Polizia Locale e alla Stazione dei Carabinieri di Minervino Murge.

Queste disposizioni entrano in vigore per rafforzare la ferrea linea seguita dall’Amministrazione Comunale, nella persona della Sindaca Mancini, atta ad evitare il più possibile la circolazione di cittadini nelle vie del paese. A tal proposito, ricordiamo a tutti i nostri lettori che sono attive le attività di controllo e verbalizzazione, da parte dei Carabinieri, di tutti quei soggetti colti in flagranza di reato, e ricordiamo, qualora ce ne fosse ancora bisogno, di non uscire dalle proprie abitazioni se non per motivi di lavoro, salute o necessità, ed inoltre vogliamo ricordare che la sosta a pagamento non è sospesa, quindi c’è bisogno di convalidare regolarmente il ticket di parcheggio.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Nicola Di Vietro ha scritto il 21 marzo 2020 alle 10:41 :

    L'ordinanza dispone che restino aperte le farmacie e parafarmacie. Come mai nel vostro comunicato si e' omesso di citare le parafarmacie? E' opportuno riportare la corretta indicazione dell'ordinanza per una corretta informazione alla cittadinanza. Rispondi a Nicola Di Vietro

  • Guglielmi Salvatore. ha scritto il 20 marzo 2020 alle 13:22 :

    I bar e le pizzerie devono stare chiusi, nemmeno la consegna a domicilio è consentita. Va bene, ci siamo. Ma dato che sono stupido faccio una domanda. Lavare la macchina è un bene di prima necessità? I parchimetri sono ancora attivi, va bene che dobbiamo stare a casa ma non è proprio corretto. Gentilissima sindaca ci sono un po di incongruenze o sbaglio? Purtroppo sono ignorante per questo chiedo. Rispondi a Guglielmi Salvatore.

  • isabella tiani ha scritto il 19 marzo 2020 alle 08:45 :

    provvedimenti utili per tutti ma un maggiore controllo va fatto a chi è tenuto a stare in casa perché di ritorno dal lavoro fuori sede (luoghi a zona rossa) e invece lo trovi sotto il porticato di casa a soggiornare nn curando che anche il sali e scendi dall'appartamento può lasciare la possibilità di contatto a chi si trova ad appoggiare la propria mano sulla ringhiera…. x cortesia a chi si è autodichiarato invitiamolo a restare a casa. Grazie Rispondi a isabella tiani

  • Michele Pascalitto ha scritto il 18 marzo 2020 alle 18:23 :

    Uscire da casa per andare a comprare le sigarette è una cosa di prima necessità? Mah! Che schifo! Rispondi a Michele Pascalitto

    Vinetti Francesco ha scritto il 23 marzo 2020 alle 18:07 :

    Chi scrive è Vinetti Francesco, nato a Minevino e da 40 anni residente a Milano. Qui la situazione è grave. Io con la moglie siamo chiusi in casa da 15 giorni. Giuste le ordinanze della sindaca. Per tenere a zero il valore dei contagi occorre prevenire che il virus entri nel paese e conoscendo le abitudini dei miei paesani, basta poco per propagare il virus. Brava signora Sindaca di aver agito in anticipo. Rispondi a Vinetti Francesco