Buone notizie dalla ASL

Solo per l'inverno garantito il servizio di un'ambulanza aggiuntiva a Minervino

Dopo le incessanti richieste dell'Amministrazione e dei cittadini, la Regione interviene per un piccolo potenziamento del primo soccorso a Minervino e Spinazzola

Attualità
Minervino martedì 26 novembre 2019
di La Redazione
Ambulanza 118
Ambulanza 118 © n.c.

Per il momento potremmo dire che cadono le briciole dal tavolo del ricco Epulone. Dopo le incessanti richieste dell'Amministrazione, le proteste dei cittadini e del personale medico, qualcosa sembra muoversi in Regione. E' di ieri la notizia che la Giunta regionale ha concesso solo per il periodo invernale dal 1 dicembre al 31 marzo, un nuovo servizio di postazione mobile con infermiere a bordo (ambulanza di tipo India) in condivisione con il Comune di Spinazzola. Poco, per qualche mese e a metà servizio. Ben lungi dalla richiesta di istituire una postazione fissa h24 con medico a bordo, in modo da sopperire alla chiusura del Punto di Primo Intervento in una comunità che sul fronte dei servizi ospedalieri negli ultimi anni ha subito continuamente tagli. A questo si aggiunge la sempre più pericolosa situazione delle strade, ex R6 in primis e i lavori in corso sulla ex s.s. 98, per poter raggiungere gli ospedali di Andria e Barletta dotati di pronto soccorso che distano 30-40 km.

E' andata meglio a Spinazzola dove invece è stata prevista l'istituzione di una postazione medicalizzata fissa h24 aggiuntiva sempre per il periodo invernale (dal 01 dicembre al 31 marzo) oltre alla condivisione dell'ambulanza India che avrà sede a Minervino.

"Nelle more dunque della riforma complessiva del sistema di emergenza – urgenza, allo studio degli uffici regionali, il potenziamento della rete continua, adottando misure di carattere temporaneo e transitorio anche sulla base delle sollecitazioni delle comunità locali che, in prima istanza e in questo caso, sono state recepite dalla Direzione Generale Asl BT" leggiamo nel comunicato della Regione.

Piccoli tamponamenti che non risolvono certo la gravità della situazione di un territorio marginale.



Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Pellegrino Michele ha scritto il 30 novembre 2019 alle 04:48 :

    Avvisatemi quando partirà. Rispondi a Pellegrino Michele

  • ANTONIO DI PALMA ha scritto il 27 novembre 2019 alle 05:38 :

    Per i MAGNATI della sanità siamo sacrificabili , per dirla "senzapelisullalingua" Rispondi a ANTONIO DI PALMA