Primo giorno di scuola

Inizio dell'anno scolastico, gli auguri della sindaca Mancini

Il primo cittadino ha diffuso il suo personale messaggio di auguri agli studenti

Attualità
Minervino giovedì 12 settembre 2019
di La Redazione
Sindaca Mancini
Sindaca Mancini © n.c.

Carissimi bambini/e, studenti/sse carissimi docenti, personale amministrativo e collaboratori tutti della scuola, inizia un nuovo anno scolastico, inizia una nuova avventura.

Pensare all'inizio dell'anno scolastico è come intraprendere sempre un nuovo percorso di vita: si incomincia con il preparare libri, quaderni, penne, zaini e in tutto questo movimento di materiale scolastico utilizzato e nuovo, è come se noi stessimo cercando di mettere ordine nella nostra vita e nella nostra mente, tra ciò che è passato e il futuro che ci attende, cercando di sistemare tutti i tasselli al loro posto: fare buoni propositi, programmare il futuro, diventare persone migliori, crescere nella conoscenza e negli affetti, immaginarci seduti oggi tra i banchi di scuola con nuovi e vecchi amici, domani nel mondo universitario e di lavoro, in Italia o all'estero, come uomini e donne affermate ognuno con le proprie aspirazioni e sogni nel cassetto.

Ebbene, la scuola è il luogo in cui tutto questo è possibile grazie a docenti preparati ad insegnare con metodologie diversificate e innovative ai nostri studenti.

La scuola è il luogo in cui la pluralità di confronto è ancora viva a salvaguardia di tutte le differenze esistenti in ciascun alunno, nel piccolo gruppo e nella classe.

La diversità diventa ricchezza mai un limite. Se a tutto questo si aggiunge la collaborazione e la sinergia delle famiglie il risultato è garantito. Oggi nel mondo della scuola il libro e la robotica convivono e si integrano, diventando due facce della stessa medaglia. Ogni alunno apprende sia da uno che dall'altro ma nel complesso tutti i suoi sensi sono sollecitati a partecipare e ad apprendere ciascuno con il proprio talento e capacità.

Io, ad esempio, amo l'odore dei libri, sfogliare le pagine e magari sottolineare le frasi che maggiormente colpiscono il mio cuore e la mia mente, nello stesso tempo sono affascinata dalla innovazione tecnologica, dalla digitalizzazione, dalla multimedialità.

Questa molteplicità di linguaggi è presente nella nostra scuola sia come strumentazione che come competenza dei docenti sempre in continua formazione e competizione propositiva con altre scuole italiane ed estere.

L'uomo ha avuto da sempre il coraggio e la curiosità di uscire dalle caverne, oltrepassare le Alpi, superare le Colonne d'Ercole, giungere sulla Luna e poi su Marte alla scoperta del mondo e dell'universo.

Sicuramente possiamo ancora andare oltre ed è l'augurio che rivolgo alle nuove generazioni.

Esse dovranno utilizzare la forza, la gioia, la curiosità, la tenacia, lo studio e,soprattutto, il sognare per proiettarsi oltre il possibile ed il visibile.

Per questo come Sindaca chiedo aiuto al mondo della scuola per far sì che le nuove generazioni, dai bambini agli adolescenti, dedichino quell'attenzione necessaria al senso civico, all'ambiente affinché possano rendere il luogo in cui vivono pieno di bellezza e legalità.

Tra le novità di quest'anno scolastico, in sinergia con il Consiglio d'istituto, i docenti e l'Amministrazione Comunale, la decisione di utilizzare le aule dell'edificio " Pietrocola " per tutte le classi a tempo normale della scuola primaria e per le classi della scuola dell'infanzia del Santomauro.

Il forte calo demografico negli ultimi dieci anni ci ha portato necessariamente verso la razionalizzazione degli edifici scolastici.

Dobbiamo pensare però sempre in positivo e quindi è un modo per vivere più in sinergia la scuola tra alunni e docenti di diversi ordini e gradi, avere un maggiore confronto e vivere la vita scolastica in modo più vivace.

Il cambiamento è sempre doloroso in quanto accompagnato dai ricordi dei luoghi e dalle abitudini consolidate, ma arriva un momento storico in cui bisogna fare un giro di boa per il bene della collettività.

Ricordiamo che il "Pietrocola ", avendo usufruito di un finanziamento relativo all'efficientamento energetico, offre un ambiente più confortevole. È dotato di aule ampie e luminose, un laboratorio di scienze, di informatica, della palestra scolastica e di un belvedere mozzafiato.

Lavori di manutenzione e di efficientemento sono previsti nei plessi " Mazzini" e "De Amicis".

La scuola, quindi, migliora come struttura per permettere a tutti di vivere al meglio l'ambiente di lavoro e di studio in sicurezza e bellezza.

Bisognerà lavorare ancora tanto per mettere a sistema tutti gli edifici ma questo è il compito della vita, fare sempre meglio e non fermarsi mai davanti alle difficoltà quotidiane.

Quando ripenso alla scuola mi viene in mente la spensieratezza, le risate con gli amici, gli scherzi, le paure, emozioni molteplici, il lavoro di squadra e l'impegno quotidiano, che in uno scatto fotografico rappresentano l'essenza della vita.

Che questi giorni di scuola siano la vostra storia più bella, fate di questi giorni gradini per scalare vette sempre più alte per rendere voi in primis e il mondo che vi circonda migliore di quello di oggi.

Lascia il tuo commento
commenti