Istanze entro le 14 del 20 luglio

Contributi per i libri di testo, ecco come richiederli

​I fondi saranno erogati direttamente alle famiglie a rimborso, parziale o totale, delle spese sostenute e documentate attraverso fatture o ricevute fiscali rilasciate al momento dell'acquisto

Attualità
Minervino lunedì 08 luglio 2019
di La Redazione
libri di testo
libri di testo © n.c.

Èstato pubblicato sul sito del Comune di Minervino Murge l’Avviso pubblico per “L’assegnazione del beneficio relativo alla fornitura gratuita o semi gratuita dei libri di testo anno scolastico 2019/2020”.

A beneficiare dei contributi saranno gli alunni frequentanti le scuole secondarie di 1° e 2° grado; per accedere al beneficio, l’Isee (l’indicatore della situazione economica equivalente) dei richiedenti non potrà essere superiore ai 10.632,94 euro.

Importanti novità riguardano quest’anno le modalità di presentazione delle istanze, che potranno essere inoltrate esclusivamente per via telematica attraverso la procedura online attiva sul portale della Regione Puglia(ente erogatore) alla sezione Libri di testo a.s.2019/2020.

La procedura per richiedere i contributi sarà attiva fino alle 14 del 20 luglio 2019. Oltre questo termine il sistema non accetterà ulteriori trasmissioni di istanze. Il testo integrale dell’avviso è scaricabile dal sito del Comune di Minervino a questo link. Per tutte le informazioni riguardanti l’Avviso sono disponibili il numero telefonico 080.5404040 e l’indirizzo email info@studioinpuglia.regione.puglia.it.

Per assistenza e supporto tecnico nell’espletamento della procedura telematica è invece possibile rivolgersi al servizio dedicato, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 fino alla scadenza dell’Avviso, telefonando al numero 080.8807404, scrivendo all’indirizzo email assistenza@studioinpuglia.regione.puglia.it o collegandosi in chat online a questo link.

I fondi assegnati saranno erogati direttamente alle famiglie a rimborso, parziale o totale, delle spese sostenute e debitamente documentate esclusivamente attraverso fatture o ricevute fiscali recanti i titoli dei testi scolastici acquistati e rilasciate dalle cartolibrerie. Scontrini fiscali e autocertificazioni non avranno alcuna validità.

Lascia il tuo commento
commenti