Gestione rifiuti a Minervino

Dal 1° marzo nuova gestione del servizio rifiuti, a giugno partirà il “porta a porta"

Abbiamo intervistato il responsabile della nuova azienda appaltatrice, Luciano Vasienti, che ci illustra le novità del servizio

Attualità
Minervino mercoledì 27 febbraio 2019
di La Redazione
raccolta differenziata porta a porta
raccolta differenziata porta a porta © n.d.

L’ARO rifiuti BT 2, l’unione dei Comuni deputata alla gestione dei rifiuti a livello di ambito di cui il nostro comune di Minervino Murge fa parte, ha aggiudicato definitivamente e sottoscritto il contratto di appalto della cosiddetta “gara ponte” per la raccolta rifiuti a Minervino, ovvero la gestione temporanea del servizio in attesa che si definisca la gestione integrata e unica a livello di ambito che comprende Andria, Canosa, Minervino e Spinazzola.

Tale aggiudicazione mette fine ai continui affidamenti in proroga con ordinanza sindacale che non davano stabilità alla gestione e prospettive di programmazione in particolar modo per la partenza della raccolta differenziata spinta.

Breve riassunto delle puntate precedenti: il Comune di Minervino Murge dopo il contenzioso con l’azienda TRADECO, aveva ritenuto di dover revocare la concessione per inadempienze. La Sindaca per garantire lo svolgimento del servizio ha dovuto ricorrere ad affidamento diretto ad aziende limitrofe abilitate disposte a svolgere la raccolta rifiuti alle stesse condizioni dell’appalto precedente. Con ordinanza sindacale la nettezza urbana è stata affidata all’azienda ASIPU, trovata disponibile immediatamente a supplire la Tradeco, chiedendo all’ARO di indire nuova gara di appalto esclusivamente per Minervino, in attesa della definizione di una gestione integrata dei rifiuti a livello d’ambito.

A seguito di tale gara, l’azienda che si è aggiudicata il servizio è la RACCOLIO s.r.l. di Bari, che inizierà dal 1 marzo 2019 la raccolta rifiuti a Minervino, contratto che durerà per 24 mesi.

Dunque ancora un cambio, ma questa volta più duraturo, per la lunga telenovela della gestione rifiuti nel nostro paese. Abbiamo pertanto avvicinato il responsabile dell’azienda RACCOLIO, il dott. Luciano Vasienti, che ringraziamo per l’intervista.

Cosa porterete come novità per il servizio rifiuti?

Intanto consentitemi di salutare tutti i cittadini minervinesi. Il servizio sarà svolto porta a porta secondo i sistemi più moderni e avanzati. Avremo inizialmente un periodo di start-up che durerà 3-4 mesi, nel quale manterremo i livelli attuali. Poi il servizio sarà adeguato al nuovo appalto”.

Quando ritenete si possa partire con il porta a porta?

Noi ci auguriamo che parta per giungo, prima dell’arrivo dell’estate inoltrata questo però dipenderà da vari fattori”.

Intendete partire per gradi, per quartieri, o iniziare in maniera spinta per tutto il Comune?

Il territorio è stato già mappato e studiato, stiamo implementando un database per la distribuzione dei kit per la raccolta differenziata (secchi, buste, materiale informativo, calendari adesivi) e tutto quello che servirà all’utente per capire meglio e fare meglio la raccolta differenziata. Naturalmente comunicheremo per tempo, di solito avviene 20-30 giorni prima dell’attivazione del servizio, che crediamo di far partire contemporaneamente in tutta Minervino, eliminando tutti i bidoni di conferimento sia del differenziato che dell’indifferenziato attualmente presenti”.

Quale obiettivo si pone per la differenziata e quali benefici per il Comune?

“I benefici il Comune li inizierà a percepire dal prossimo anno in termini di ecotassa, in quanto quella stabilita per il 2019 fa riferimento ai dati del 2018 in cui si è ancora sotto la soglia prevista, nonostante lo sforzo considerevole fatto. Secondo i termini di legge l’obiettivo è raggiungere il 65%. Io credo che entro dicembre riusciremo anche a superare questo obiettivo, sono fiducioso, ovviamente conterà molto la collaborazione dei cittadini e l’impegno delle istituzioni. In Italia ormai a livello nazionale siamo oltre il 50% di differenziata. Nei comuni che noi gestiamo, come Poggiorsini e Gravina, siamo ben al di sopra del 65%, non vedo perché non dovremmo farlo a Minervino”.

Per quanto riguarda il conferimento vi sono problematiche connesse alle discariche?

Al momento non abbiamo nessun problema con nessuno degli impianti, ci adeguiamo a quelle che sono le indicazioni che la Regione e gli ARO ci forniranno”.

Per consentire il funzionamento della raccolta porta a porta l’azienda si doterà di nuove risorse in mezzi e persone?

Al momento contiamo di farcela con il personale a disposizione, chiaramente dovremmo conoscerlo e valutarlo, ma i mezzi che utilizzeremo saranno nuovi e appropriati al porta a porta. Si tenga presente che l’appalto seppur definitivo ha un tempo piuttosto breve per pianificare questo tipo di interventi come nuove assunzioni”.

Vuole rivolgere un invito particolare ai cittadini?

L’invito è molto semplice: se tutti collaboriamo riusciremo a rendere maggior decoro per la città e benefici economici per tutti. La raccolta differenziata ha dei costi inferiori per lo smaltimento e il conferimento, oltre che garantire il rispetto per l’ambiente. Il passato mettiamocelo alle spalle, guardo al futuro con fiducia e ottimismo, motivato dal fatto che sin ora i risultati ci hanno dato ragione”.

Secondo il contratto stipulato il canone mensile ordinario che il Comune pagherà al gestore sarà di € 77.560,65 +IVA , leggermente inferiore al precedente contratto che prevedeva € 79.032,55 + IVA . A partire da questi dati si tende ad escludere le voci di aumenti della TARI, addirittura del 50%, che negli ultimi giorni si erano paventanti in alcuni post sui social. Si spera piuttosto che un avvio quanto più immediato della raccolta differenziata possa abbattere costi di conferimento ed ecotassa, che potrebbero beneficiare le casse dell’Ente e rimpinguare le tasche dei cittadini.

Lascia il tuo commento
commenti