Il resoconto

Generare è narrare,numerosi i partecipanti all'incontro promosso dall'Ufficio catechistico diocesano

I tre incontri guidati dal Prof. Don Jean Paul Lieggi, docente di Teologia Dogmatica presso la Fac. Teologica Pugliese, intendono aiutare catechisti, genitori ed operatori pastorali ad entrare nel mondo della catechesi narrativa

Attualità
Minervino domenica 03 febbraio 2019
di La Redazione
Generare è narrare,numerosi i partecipanti all'incontro promosso dall'Ufficio catechistico diocesano
Generare è narrare,numerosi i partecipanti all'incontro promosso dall'Ufficio catechistico diocesano © n.c.

Sono stati numerosi i catechisti, provenienti dalle parrocchie di Andria, Canosa e Minervino Murge, che hanno partecipato lo scorso 29 gennaio al primo dei tre incontri promossi dall’ufficio catechistico diocesano sulla catechesi narrativa.

Se è vero come è vero che annunciare è la vocazione della Chiesa e che nulla deve essere anteposto all’annuncio del Vangelo, è anche vero che è necessario comprendere come annunciare con efficacia la “buona notizia”.

I tre incontri guidati dal Prof. Don Jean Paul Lieggi, docente di Teologia Dogmatica presso la Facoltà Teologica Pugliese, intendono aiutare catechisti, genitori ed operatori pastorali ad entrare nel mondo della catechesi narrativa.

Narrare è far passare qualcosa di sé. Annunciare Dio non significa trasmettere soltanto e semplicemente dei contenuti, bensì raccontare ciò che Lui ha realizzato nella storia della salvezza e nella propria vita.

Nel primo incontro il relatore è partito dalla definizione di narrazione per poi soffermarsi sull’orine della fede, sottolineare le finalità e i compiti della catechesi e concludere offrendo alcuni esempi su come la Bibbia propone la narrazione.

“All’origine dell’essere cristiano – ha affermato Don Lieggi riprendendo una nota affermazione di Papa Francesco presente EG n. 7 -non c’è una decisione etica o una grande idea, bensì l’incontro con una Persona che dà alla vita un nuovo orizzonte e con ciò la direzione decisiva”. E quando si incontra Gesù Cristo non si può fare a meno di raccontarlo affinché anche altri possano vivere la stessa esperienza e riempire di senso la propria esistenza. Narrare è così generare alla fede nonché generare alla vita. Ciò che un padre e una madre dicono di Dio, è senza uguali per il figlio.

Il secondo appuntamento si terra a Canosa martedì 5 febbraio alle ore 19.00 presso la parrocchia Gesù Liberatore e dando seguito all’incontro precedente avrà come tema specifico: “Imparare a narrare le pagine della Scrittura”.

I tre incontri sono, inoltre, a sostegno del programma pastorale del Vescovo Mons. Luigi Mansiche sollecita, in questo anno, a concentrare l’impegno pastorale in particolare sui due ambiti della famiglia e dei giovani.

Per i catechisti delle parrocchie di Andria sarà a disposizione, per l’incontro di martedì 5 febbraio, un pullman che partirà alle ore 18.00 da Piazza Bersaglieri d’Italia nei pressi della stazione ferroviaria, mentre per i catechisti di Minervino Murge, il pullman partirà alle ore 18.15 da Piazza Gramsci. Le adesioni vanno segnalate ai referenti parrocchiali per la catechesi.

Lascia il tuo commento
commenti