Progetto di ricerca a tutela dell’ambiente

Una ricercatrice minervinese nel team che ha inventato il robot subacqueo

L’ing. Maria Luigia Macirella con il team di ricerca in biorobotica della Scuola Superiore S. Anna di Pisa tra i progettisti di “Silver 2”

Attualità
Minervino giovedì 17 gennaio 2019
di La Redazione
L’ing. Maria Luigia Macirella
L’ing. Maria Luigia Macirella © n.c.

Vive a Prato da diversi anni trasferitasi con la sua famiglia da Minervino Murge dopo aver frequentato il Liceo Scientifico “Fermi”. Ora è una ricercatrice in biorobotica presso la Scuola Universitaria Superiore Sant’Anna di Pisa, dopo aver conseguito il titolo in Ingegneria Elettronica. Insieme alla suo team con il progetto “Blue Resolution” hanno inventato un robot che percorrerà i fondali marini per valutare il grado di inquinamento dei mari.

Stiamo parlando di Maria Luigia Macirella, una giovane minervinese che sta portando avanti un importante esperimento di valenza scientifica internazionale finalizzato alla salvaguardia ambientale del mare. Insieme a lei compongono il team di lavoro Marcello Calisti – ingegnere biomedico, Mrudul Chellapurath - ingegnere meccanico, Saverio Iacoponi – ingegnere meccanico, Giacomo Picardi – ingegnere dell’automazione.

Il progetto Blue Resolution in collaborazione con gli Istituti di BioRobotica e di Management della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, con lo sponsor dell’azienda di surgelati Arbi Dario S.p.A., al fine di individuare e proporre soluzioni innovative per la difesa dell’ambiente marino dalle plastiche, con una risposta reale e concreta alla loro eliminazione, prevede la creazione di un robot in grado di esplorare i fondali marini, campionare materiali, raccogliere e smaltire la plastica.

Per la prima volta nei nostri mari si valuteranno con metodo scientifico la presenza di micro e macro plastiche nel sedimento e gli strumenti tecnologici opportuni per il loro smaltimento.

SILVER 2 (Seabed-Interaction Legged Vehicle for Exploration and Research) è il fulcro del progetto Blue Resolution: un robot innovativo – sviluppato dal Dott. Marcello Calisti insieme a Maria Luigia Macirella – capace di analizzare e ripulire i fondali marini dalle micro e macro plastiche. Dotato di sensori per il riconoscimento dell’ambiente circostante e la rilevazione del proprio orientamento, avrà un braccio robotico in grado di interagire con l’ambiente e i materiali in esso presenti (campionamento e raccolta). SILVER 2 sarà controllato da un operatore in superficie, una boa garantirà la connessione GPS per il posizionamento, la comunicazione e il feedback visivo real-time.

Nell’assetto finale, SILVER 2 sarà dotato di una stazione di raccolta subacquea e di un sistema di filtraggio per l’analisi dei fondali e la raccolta delle plastiche. Il sistema completo SILVER+ sarà in grado di analizzare e monitorare la presenza di plastiche nei fondali marini, e sarà il primo sistema di monitoraggio robotico della micro plastica nel bacino del Mediterraneo. All’attività di monitoraggio, farà seguito la campagna di raccolta e pulizia.

La seconda fase del progetto Blue Resolution prevede l’impegno da parte di Arbi e dell’Istituto di Management della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa a informare, sensibilizzare e coinvolgere gli stakeholder e la comunità tutta in attività e azioni concrete per la difesa dei nostri mari.

Per la nostra comunità è un orgoglio avere tra i ricercatori di questo importante progetto una concittadina che siamo sicuri si farà strada nel mondo della biorobotica per un fine nobile quale la tutela dell’ambiente marino.


Maggiori approfondimenti sul progetto: www.blueresolution.it

Lascia il tuo commento
commenti