Minervinesi nel mondo

Vito Augelli nominato Generale di Corpo d'Armata

Una carriera brillante all'interno della Guardia di Finanza, un motivo di grande orgoglio per la sua città di origine, Minervino

Attualità
Minervino sabato 08 gennaio 2022
di La Redazione
Il generale Vito Augelli
Il generale Vito Augelli © n.c

Un incarico prestigioso e colmo di responsabilità è stato assegnato al generale Vito Gianpaolo Augelli, su proposta del Ministro dell’Economia e delle Finanze Daniele Franco. Minervinese d'origine, coniugato con due figli, dopo una lunga e brillante carriera per lui giunge la promozione a Generale di Corpo d'Armata.

Ha iniziato la carriera militare nel 1979 frequentando la Scuola Militare “Nunziatella”. Nell’ottobre 1982 è stato ammesso all’Accademia della Guardia di Finanza. Nominato sottotenente nel 1984, ha iniziato la sua carriera operativa presso il Nucleo di Polizia Tributaria di Ancona. In seguito ha comandato la Compagnia di Gaggiolo (VA), è stato Ufficiale addetto presso il I Reparto “Personale” del Comando Generale ed ha retto il Comando Provinciale di Ravenna. Nel grado di Colonnello è stato Capo dell’Ufficio del Capo di Stato Maggiore del Comando Generale e ha comandato il Nucleo di Polizia Tributaria di Roma. Promosso Generale di Brigata nel 2010, ha guidato, per quattro anni, il V Reparto “Relazioni Esterne e Comunicazione” del Comando Generale, assolvendo anche le funzioni di “Portavoce”. Successivamente ha rivestito, per due anni, l’incarico di Comandante Regionale Umbria.

Con decorrenza 1° gennaio 2016 è Generale di Divisione Laureato in “Giurisprudenza” presso l’Università degli Studi di Macerata, in “Scienze Internazionali e Diplomatiche” presso l’Università di Trieste ed in “Scienze della Sicurezza Economico-Finanziaria” presso l’Università di Tor Vergata – Roma, ha conseguito il Master in “Diritto Tributario dell’Impresa” presso l’Università Commerciale “Luigi Bocconi” in Milano. Nel 1998, al termine del biennio del relativo Corso Superiore, ha conseguito il titolo “Scuola di Polizia Tributaria”. Commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana, è insignito della Medaglia militare d'oro al merito di lungo comando, della Medaglia Mauriziana e della Croce d'oro per anzianità di servizio. 

 

Lascia il tuo commento
commenti