La nota

Mai più fascismi, D’Alberto (Cgil Bat): “Pullman in partenza dalla Bat per Roma”

Manifestazione sabato 16 ottobre in piazza San Giovanni. Il sindacato prepara la partenza e ringrazia quanti in queste ore hanno mostrato vicinanza alla Cgil

Attualità
Minervino martedì 12 ottobre 2021
di La Redazione
Biagio D’Alberto
Biagio D’Alberto © n.c.

“Grazie a sindaci, istituzioni, associazioni, partiti, organizzazioni sindacali e datoriali che all’indomani di quanto accaduto a Roma sabato scorso hanno inviato al nostro sindacato messaggi e attestazioni di solidarietà e vicinanza, anche alla Cgil Bat. E grazie anche a quanti domenica mattina hanno lasciato le proprie case e famiglie per tenere aperte le Camere del lavoro e a chi ha partecipato alle assemblee organizzate in questo territorio per dire tutti insieme ‘Mai più fascismi’ e intonare con noi ‘Bella Ciao’. Abbiamo dimostrato come questo territorio si sia schierato dalla parte della democrazia e della libertà”. Così il segretario generale della Cgil Bat, Biagio D’Alberto, esordisce annunciando la presenza di una ampia delegazione a Roma per la manifestazione di sabato 16 ottobre organizzata dopo l’attacco squadrista e fascista alla sede del sindacato di Corso d’Italia.

“Saremo in piazza sabato alle 14 per dire ‘no’ ai fascismi e alla violenza e per dire ‘si’ al lavoro, alla sicurezza, ai diritti. E per questo stiamo organizzando pullman dalla Bat per portare a Roma quanti la pensano esattamente come noi e abbiamo avuto dimostrazione del fatto che sono davvero tanti. Contiamo di riempire una decina di pullman e molte sono le adesioni che nelle nostre Camere del lavoro stiamo raccogliendo, nei prossimi giorni forniremo dettagli maggiori, intanto chi volesse partecipare può rivolgersi presso le nostre sedi”, conclude D’Alberto.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco ha scritto il 14 ottobre 2021 alle 08:05 :

    Pensionati in gita a Roma con pranzo. Rispondi a Marco

  • Franco ha scritto il 13 ottobre 2021 alle 08:21 :

    Speriamo che dopo la manifestazione il sindacato cominci a discutere anche del problema dei milioni di lavoratori che rischiano di rimanere a casa a causa del Green pass....ticcio. Rispondi a Franco