Pochi e semplici accorgimenti

Giornata mondiale del sonno, i consigli dell'Ordine dei Medici Bat

«Se abbiamo trascorso una notte serena il nostro corpo sarà nelle condizioni ottimali per affrontare gli impegni; se al contrario dormiamo male tutto sarà più complicato»

Minervino sabato 18 marzo 2017
di La Redazione
Disturbi del sonno © n.c.

Alcuni consigli per dormire meglio nella nota inviata dal dott. Benedetto Delvecchio, Presidente dell'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Barletta-Andria-Trani.

«Quella odierna (ndr ieri 17 marzo) è una giornata durante la quale è opportuno rimanere ben svegli per poter riflettere sul sonno. Scritto così potrebbe sembrare un non senso tuttavia alla luce della presenza, spesso non manifestata nella maniera più opportuna, del sonno nella nostra vita la World Sleep Society - fondata dall’Associazione Mondiale di Medicina del Sonno - ha organizzato la Giornata Mondiale del Sonno. Purtroppo, sempre per un numero in crescendo, l’augurio di una buona notte e dei sogni d’oro è sempre più un miraggio. Sonno limitato nel tempo o di qualità non buona è un campanello di allarme che non andrebbe sottovalutato. È opportuno far presente al proprio medico questo stato di cose. I segni di una serie di notti vissute con il desiderio di addormentarsi sono ben visibili nei luoghi di lavoro, nella famiglia e in generale in tutte le manifestazioni della giornata. Il sonno influenza ogni aspetto della nostra vita di tutti i giorni. Se abbiamo trascorso una notte serena il nostro corpo sarà nelle condizioni ottimali per affrontare gli impegni; se al contrario dormiamo male tutto sarà più complicato.

Si calcola, facilmente, che circa un terzo della nostra vita dovremmo trascorrerla a dormire. Il sonno è un bisogno primario al pari del mangiare e del mangiare e bere. Purtroppo, però, i dati non sono proprio confortanti se si considera che in Italia almeno 4 milioni di persone sono affette da insonnia cronica e circa 9 dichiarano di avere qualche disturbo del sonno. Il sonno regolare è funzionale al metabolismo pertanto è opportuno che si diffonda sempre più una cultura del sonno. Mi sembra opportuno richiamare una connessione tra il mancato riposo e gli incidenti stradali: secondo uno studio condotto dal team del dottor Sergio Garbarino dell’Università di Genova, e pubblicato sulla più prestigiosa rivista scientifica del settore, Sleep, quasi il 22% degli incidenti stradali sia attribuibile al fattore sonnolenza.

Ecco alcuni consigli per dormire al meglio: è opportuno fare molta attenzione a quello che si mangia e bere almeno 3 ore prima di andare a letto chiaramente facendo attenzione ad evitare tè, caffè e bevande a base di cola. Un bagno o una doccia calda prima di andare a letto sono da consigliare perché rilassano muscoli e mucose respiratorie. Inoltre il letto è essenziale è bene che il fondo sia rigido e non troppo morbido  e i cuscini migliori sono in lana o cotone. In ultimo ma non per ultimo è indispensabile che è sempre importante andare a letto e svegliarsi sempre alla stessa ora. Da bandire assolutamente quando si è nel letto o prima di andare a dormire l’utilizzo di computer, cellulare o la vicinanza a fonti luminose».

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette