Politica minervinese

Revocato il bando di concorso dei vigili, scoppia la polemica

La Giunta ha ritirato il bando per la selezione per 2 posti a tempo determinato di 2 mesi per agenti di polizia locale pubblicato dal funzionario qualche giorno fa

Politica
Minervino lunedì 04 dicembre 2017
di La Redazione
La nuova vettura dei vigili urbani
La nuova vettura dei vigili urbani © MinervinoLive

Settimana politica a Minervino segnata dalla polemica sul ritiro del bando di selezione per 2 unità di vigili urbani. Botta e risposta al veleno come ormai di solito avviene attraverso i social network corredati anche da vignette satiriche dei due schieramenti politici che fanno riferimento a Siamo Minervino e il Partito Democratico, ognuno a difendere le proprie posizioni.

Ma partiamo dai fatti: il 14/11/2017 il funzionario del settore Personale aveva indetto un bando di selezione per titoli e colloquio per 2 posti di agenti di polizia locale con contratto a tempo determinato per 2 mesi che seguiva un precedente atto di Giunta del 24/08/2017 che dava indirizzo politico per la realizzazione del bando. La stessa Giunta con delibera n. 148 dello scorso 30/11/2017 ha ritenuto di dare un indirizzo contrario al precedente, ovvero di ritirare il bando pubblicato. Ad insorgere il Partito Democratico locale che da poco ha rinnovato la dirigenza cittadina che attacca la maggioranza “il bando è stato ritirato senza nessuna logica motivazione, con l’unico fondato dubbio che la quadra sui posti questa volta non è stata trovata!” E proseguono gli esponenti PD denunciando come in passato anche la selezione di personale presso l’azienda Asipu che gestisce temporaneamente il servizio di nettezza urbana sia naufragato senza nessuna motivazione precisa, senza che nessun nuovo operatore sia stato assunto come era stato annunciato, e che stesso timore si avverte per un altro bando di selezione pubblica in corso, quello per la figura di geometra presso il Comune.

Mentre invece, rilevano i Dem, presso il consorzio Matrix, azienda che gestisce il CAS per immigrati, le assunzioni sono state fatte perché a loro motivo “per fortuna i posti sono bastati per tutti”. Non si è fatta attendere la replica di SìAmo Minervino che sulla propria fan page di Facebook ha prima accusato l’intera opposizione di essersi completamente assentata dall’ultimo consiglio comunale: “se fossero venuti in Consiglio Comunale, adempiendo al loro dovere istituzionale, invece che scrivere inutili post su Facebook, avrebbero appreso le motivazioni relative al ritiro del bando”. Entrando nel merito della questione la coalizione di maggioranza rende noto che “è stato rilevato, da parte del Settore Competente, la possibilità per l’anno 2018, di poter indire un concorso, previa procedura di mobilità, per l’assunzione di due Vigili Urbani a tempo indeterminato. Alla luce di questa nuova prospettiva, successiva alla data di pubblicazione del bando, l’Amministrazione ha ritenuto opportuno dare nuovo indirizzo al Responsabile del Personale al fine di ritirare l’avviso relativo alla selezione di 2 vigili urbani per due mesi.

Nella stessa dichiarazione si chiarisce che qualora dopo l’espletamento del concorso per 2 vigili urbani a tempo indeterminato si dovesse rendere necessaria anche l’assunzione di vigili a tempo determinato, si potrebbe fare ricorso alla graduatoria degli idonei di tale concorso. “Pertanto – conclude la forza di governo cittadino - è parso completamente inutile dare seguito alla selezione a tempo determinato per soli due mesi di 2 agenti di polizia locale, anche perché tale procedura avrebbe comportato tempi molto più lunghi di quelli previsti per l’espletamento dello stesso concorso a tempo indeterminato”.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette