Promozione del territorio

Attivisti 5 Stelle: "Sagra disorganizzata, la Pro Loco pubblichi il bilancio"

​Secondo gli attivisti minervinesi la Pro Loco è un’associazione, ma è anche a servizio della giunta comunale per organizzare eventi di grande importanza​

Politica
Minervino sabato 11 novembre 2017
di La Redazione
Sagra del Fungo Cardoncello 2017
Sagra del Fungo Cardoncello 2017 © MinervinoLive.it

A distanza di un paio di settimane dalla Sagra del Fungo Cardoncello 2017, raccogliamo la riflessione espressa dagli attivisti del Movimento 5 Stelle minervinese.

"Come i cittadini (e non) avranno notato, la sagra ha ancora un fortissimo richiamo e le potenzialità che la stessa sarebbe in grado di esprimere, sono messe in serio pericolo da una gestione ed organizzazione pressappochista e disattenta", affermano i pentastellati, che continuano: "Tralasciando, ma non dimenticando, la superficialità con la quale gli stand sono stati distribuiti, ciò che più ha lasciato perplessi è stata, oltre alle difficoltà scaturenti dalla mancanza di comunicazione circa l’organizzazione dell’evento, la tolleranza circa lo svilupparsi della manifestazione in maniera palesemente anarchica, con stand poco inerenti al tema. Non poche sono state le lamentele raccolte dagli stand dei nostri concittadini che in eventi del genere impiegano capitali ed energie. Ma tutto ciò formalmente rientra nell’opera di volontariato di alcuni concittadini, pertanto non può che migliorarsi grazie alla maggior partecipazione di nuove menti e con l’apporto di nuove idee"

Gli attivisti sostengono che è il momento di capire il riscontro che l’evento della Sagra, e precedentemente di tutti gli eventi organizzati quest'anno, hanno inciso in termini economici all’interno della Pro Loco. "Perché è pur vero che si tratta di un’associazione, ma è anche vero che la giunta comunale si serve di tale ente per organizzare eventi di grande importanza, come appunto la Sagra del Cardoncello, l’Estate Minervinese, il Carnevale Minervinese, il Villaggio di Natale.... e lo fa finanziando la Pro Loco con risorse economiche comunali, quindi con soldi nostri! Proprio a riguardo vogliamo ricordare che già per l’organizzazione del Villaggio di Natale la giunta comunale finanziava la Pro Loco di € 2000 (determinazione del I° Settore n.40 del 16-02-2017); lo stesso per il Carnevale Minervinese: € 3500 (determinazione del I° Settore n. 149 del 13-06-2017); per la tanto attesa, quanto deludente Estate Minervinese: € 10000 (determinazione del I Settore n.38 del 09-08-2017; e vedremo se ci saranno finanziamenti anche per quest’ultima edizione della Sagra del Cardoncello, e se ci sarà una nuova edizione del Villaggio di Natale”.

In conclusione, ciò che affermano i pentastellati minervinesi è che il criterio per valutare gli eventi non debba basarsi sull'affluenza, ma sull'organizzazione e la trasparenza dei bilanci. "Vi sono numerosi disservizi e disagi da risolvere - concludono - e bilanci da pubblicare".

L'attacco dei 5 Stelle non coinvolge solo la Pro Loco, ma si allarga anche agli amministratori comunali: "Ormai sono passati quasi due anni dal cambio della giunta comunale, ma la luce in questo tunnel ancora non si vede. Se vogliamo crescere è il momento di cominciare ad essere coerenti, lo sviluppo e la valorizzazione di un territorio non viene mica fuori come i funghi".

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette