Ambiente

Discarica Bleu, Ventola: "Regione Puglia verifichi la competenza ai fini autorizzativi"

Approvata oggi, 7 settembre, una mozione in Consiglio regionale

Politica
Minervino giovedì 07 settembre 2017
di La Redazione
ventola
ventola © n.c.

Impianto di discarica per rifiuti non pericolosi ubicato nella località Tufarelle (comune di Minervino Murge): il Consiglio regionale ha approvato una mozione (primo firmatario Francesco Ventola) che impegna il Presidente della Regione e l’assessore competente ad avviare ogni utile iniziativa affinché, per quanto riguarda l’iter procedurale del progetto presentato dalla Bleu srl, venga verificata la competenza in materia ai fini autorizzativi.

In ultimo, infatti, la società in questione in sede di avvio della procedura di autorizzazione del progetto relativo all’ampliamento dell’attività di discarica aveva ritenuto che l’autorità competente fosse la Provincia BAT, dopo una sentenza del Consiglio di Stato che aveva negato l’autorizzazione unica ambientale alla società in questione per l’ampliamento della discarica.
Nelle due discariche esistenti in contrada Tufarelle e precisamente nel territorio di Canosa di Puglia, ad oggi, sono stati smaltiti circa 2 milioni di mc di rifiuti speciali non pericolosi.

“Avevo promesso che, come Consigliere regionale, mi sarei attivato con ogni mezzo per evitare che in contrada Tufarelle a Minervino Murge fosse aperto una nuova discarica di rifiuti solidi urbani - ha dichiarato Ventola -. Un impegno che già stamattina in Consiglio regionale ha avuto concretezza con una mozione approvata all'unanimità dai colleghi perché la giunta regionale attivi ogni iniziativa utile per verificare la competenza istituzionale.

Personalmente non sono convinto che l'autorizzazione all'apertura sia di competenza della Provincia, ma la materia potrebbe richiedere che sia la Regione a esprimersi. Tenuto conto che siamo in presenza di un territorio che ha già dato tanto: a pochi metri esiste un altro impianto ora chiuso dove per anni sono stati smaltiti rifiuti sociali - ha poi concluso -. Ora a questo territorio viene richiesto un surplus di capienza di rifiuti che per altro arriveranno da altre province e altre regioni, ma soprattutto viene chiesto ai cittadini pazienza!”

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette