Continua il cinema d'autore

"Il fascino del mistero della pellicola", ​Daniele Ciprì e Nicola Ragone ospiti a Spinazzola

A condurre l’incontro con il pubblico ci sarà Maria Vittoria Pellecchia in rappresentanza della Satine Film, casa di distribuzione cinematografica,artista poliedrica

Cultura
Minervino mercoledì 08 agosto 2018
di La Redazione
D'estate d'Autore a Spinazzola
D'estate d'Autore a Spinazzola © n.c.

Nicola Ragone, regista punta di diamante della Lucania, romano d’adozione, sarà ospite a Spinazzola in occasione della rassegna “Cinema D’Autore D’Estate AFC”, promossa dalla regione Puglia e diretta da Anna Moretti, per portare alla ribalta il vecchio cinema di paese. Il giovane cineasta, vincitore del nastro d’argento nel 2015 con “Sonderkommando”, corto che vedremo il nove agosto alle 21 presso il Cine-Teatro Supercinema assieme a “Marciapiedi”, nei suoi lavori ha scelto spesso la pellicola come linguaggio espressivo, facendosi affiancare dal maestro della luce Daniele Ciprì, il quale non ha bisogno di presentazioni. Il direttore di fotografia tra i più grandi d’Europa dichiara che la pellicola non è morta, anzi vive. Ciprì ha accettato di buon grado l’invito ad esserci a Spinazzola, sposando la causa di far rivivere la sala antica di cui il paese dispone, l’unica nel raggio di 25 km.

Ciprì continua a girare i suoi film in pellicola, è più affezionato all’immagine che ha il calore della celluloide e che porta in sé, con la sua grana imperfetta, la magia della “imperfezione della perfezione”. L’amore per la pellicola sta alla base di un sodalizio artistico affascinante tra due grandi professionisti della settima arte. Siamo tutti in attesa dell’uscita dell’ultima loro opera “Il soffio” avente come protagonista Lucrezia Guidone, attrice originaria di Spinazzola e molto amata dai suoi conterranei. A condurre l’incontro con il pubblico ci sarà Maria Vittoria Pellecchia in rappresentanza della Satine Film, casa di distribuzione cinematografica,artista poliedrica e coordinatrice organizzativa de “Il Laceno D’Oro” di Avellino

Lascia il tuo commento
commenti