La presentazione in Cattedrale

La toponomastica storica di Minervino nel libro di Giuseppina Perrone

​Ancora una volta la storia di Minervino Murge viene impressa su pagine inedite della scrittrice Giuseppina Perrone. Capitoli e capitoli dedicati alla nostra terra frutto di intriganti e complesse ricerche storiche

Cultura
Minervino martedì 10 aprile 2018
di Mariamichela Sarcinelli
Toponomastica Storica
Toponomastica Storica © nc

Ancora una volta la storia di Minervino Murge viene impressa su pagine inedite della scrittrice Giuseppina Perrone. Capitoli e capitoli dedicati alla nostra terra. Frutto di intriganti e complesse ricerche storiche, il libro di Giuseppina Perrone “Minervino Murge-toponomastica storica” edito dalla Rotas, sarà presentato giovedi 12 aprile alle ore 19.00 in Cattedrale.

Questa volta il suono del vento che scompiglia il grano murgiano, la carsità della nostra terra, gli stretti scorci della Sciesciola e le stalattiti e stalagmiti che popolano la splendida grotta di San Michele Arcangelo saranno riportati a memoria attraverso un accurato studio di toponomastica.

“Con lo studio dei toponimi minervinesi divisi in toponimi rurali e toponimi urbani ho scoperto pagine inedite della storia di Minervino” - dichiara ai nostri microfoni l’autrice - “ho appreso come Acquatetta sia stato un villaggio costituito da grotte vicino ad una sorgente. Dal greco, passando per la lingua spagnola si è originato il toponimo “Sciesciola” che sta ad indicare una pianta.

Ed ancora agli abruzzesi e alla transumanza sono legati i toponimi “Via Sannale”, “Via Incoronata”, l’attuale via Imbriani”. Tutto ovviamente documentato da fonti storiche che la scrittrice ha minuziosamente consultato per dar vita alla sua ultima opera. Di questo suo incessante lavoro di ricerca ne parlerà al fianco di Mons. Luigi Renna durante il giorno della presentazione del libro.

Centinaia di manoscritti consultati hanno contribuito a svelare come la storia di Minervino sia ancorata alla Grande Storia. Tutto questo scavando nel logos ovvero nelle parole, una fila di lettere che custodiscono la vera essenza e natura delle cose e dei luoghi.

Da ciò nasce la toponomastica. Poiché la storia è fatta anche di individui, la caparbia penna di Giuseppina Perrone ha delineato anche illustri personaggi della nostra terra che nella loro vita si sono adoperati per le classi più deboli. Un lavoro puntiglioso e puntuale quello che sarà presentato in una delle più grandi bellezze architettoniche del nostro paese.

Lascia il tuo commento
commenti