Anno scolastico 2017/2018

Minervino, inizio dell'anno scolastico 2017/2018, il discorso di auguri della prima cittadina

Gli auguri della sindaca all'inizio del nuovo anno scolastico sono indirizzati agli alunni, al corpo docente e a tutti i collaboratori che costituiscono il mondo della scuola minervinese

Cultura
Minervino lunedì 11 settembre 2017
di La Redazione
Sindaca Mancini
Sindaca Mancini © n.c.

Discorso di apertura dell'anno scolastico 2017/2018 della sindaca Maria Laura Mancini indirizzato a studenti, professori e collaboratori scolastici:

"Finalmente a scuola! Sembra impossibile, ma è proprio quello che pensiamo e desideriamo dopo tanti giorni di vacanza. Ci mancano gli amici, le maestre, gli insegnanti, i collaboratori, le aule, i banchi, in una parola: la scuola! Suono della campanella e tutti di corsa nelle aule profumate a cercare il proprio banco, magari vicino all’amico/a del cuore con cui condividere l’emozione del primo giorno di scuola. Si ha voglia di acquistare nuovi quaderni su cui scrivere con penne nuove e sfogliare le pagine dei nuovi libri che odorano di “buono”. Oppure, acquistare libri di seconda o anche di terza mano per studiare più che la storia dei grandi, la storia di chi ha posseduto il libro e ridere delle frasi lasciate scritte a ricordo dei posteri.

Gli alunni hanno sguardi furtivi e gioiosi e attendono l’ingresso dei propri docenti. Alcuni “nuovi , altri, ormai “leggendari” . Ma tutto nell’ insieme diventa meraviglioso perché ricomincia, non solo un nuovo anno scolastico, ma un anno ricco di avventura e conoscenze che vi porterà lontano. Dove? Con l‘ immaginazione tutto è possibile: studiare la geografia significa viaggiare ovunque, in terre vicine e lontane, per mari e monti; studiare la storia viaggiare nel tempo; così come studiare le lingue, il francese e l’ inglese. Nelson Mandela considerava la conoscenza di una lingua “qualcosa di speciale”.

Quest’ anno la nostra scuola con il progetto Erasmus vi farà viaggiare e volare per davvero! Ma nella nostra scuola si viaggia anche con la matematica, le scienze, la musica e lo sport! Con le scienze imparerete ad amare e rispettare il Creato. La nostra Terra va salvaguardata dalla cementificazione, dagli incendi boschivi, dalla trivellazione e dall’ utilizzo di cave per lo sversamento indiscriminato e criminale dei rifiuti. E a Voi scuola che chiedo a gran voce aiuto affinché il nostro paese, a vocazione agricola, gastronomica e turistica, non sia luogo di scempio ambientale con l’ampliamento della discarica in zona “Tufarelle”: è in gioco il nostro futuro. La conoscenza e la consapevolezza ci devono aiutare ad ostacolare questo nefasto progetto.

Che meraviglia andare a scuola! Che bellezza imparare sempre di più! La bellezza bisogna cercarla e salvaguardarla in ogni gesto e comportamento della quotidianità. Fate tesoro del privilegio che avete, dei diritti che possedete, prima di tutto per rispettare voi stessi e poi per rispettare tutti coloro che ancora nel mondo non hanno la possibilità di frequentare la scuola perché costretti a lavorare, fin da piccoli, nelle miniere, nei campi o con le loro piccolissime manine a cucire tappeti e palloni che poi verranno calciati da altri bambini più fortunati, proprio come voi! Non hanno diritto di andare a scuola i bambini e i ragazzi costretti dalle guerre a nascondersi, costretti dalla miseria a morire di fame, costretti dalla malattia a vivere nel dolore.

Siate sempre felici di andare a scuola, gridate al mondo “Viva la scuola” perché vi porterà lontano e un domani sarete uomini e donne capaci di trasformare questo mondo in un altro migliore, perché voi per primi sarete speciali. Alto senso civico, rispetto dell’altro, inclusione, integrazione sono le parole chiave per aprire le porte ad un futuro di benessere, pace e bellezza. La scuola, insieme alle vostre famiglie e alle altre associazioni educative, vi aiuterà a ricercarle, apprenderle, assimilarle e viverle appieno nella vita di tutti i giorni. Anche quando non frequenterete più la scuola, perché avrete terminato i vostri studi, abbiate cura della vostra scuola, portandola nel cuore e nei comportamenti come testimonianza e, soprattutto, come uno dei ricordi più belli e spensierati della vostra vita.

Auguri di vero cuore a voi alunni/e dell’ Istituto Comprensivo “Pietrocola – Mazzini" e del Liceo Scientifico “Enrico Fermi” per un anno pieno di scoperte affascinanti come l’amore verso lo studio, verso i propri amici e, magari, scoprirete anche l’amore della vostra vita come è accaduto a me tra i banchi del Liceo.

Un augurio ai Dirigenti Scolastici e ai Vicari che devono dividersi in quattro per ottemperare a tutti gli obblighi di legge in materia scolastica; auguri a tutto il Personale Docente che nelle nostre scuole eccelle per formazione, innovazione ed approccio metodologico con gli alunni/e. Auguri ai nuovi docenti che spero si sentano accolti nella nostra scuola come in una famiglia. Infine, ma non per ultimo, un augurio al Personale non Docente che come una regia lavora dietro le quinte, con passione e solerzia in segreteria affinché tutta la macchina organizzativa possa procedere senza intoppi. Un augurio ai Collaboratori e alle Collaboratrici che ci permettono di avere ogni giorno una scuola pulita e sicura. I collaboratori sono amati dagli alunni perché, molto spesso, sono anche coloro che rassicurano prima di una interrogazione, ascoltano la loro rabbia e le loro paure, consolano chi piange perché vuole la mamma, ma anche perché si è fatto male giocando in palestra.

II tempo scorre ed è ora di entrare in classe. Via al suono della campanella che risuona ogni giorno per dare inizio ad un nuovo percorso scolastico che ci renderà felici e più ricchi in questo continuo viaggio della vita.

Con stima, un abbraccio a voi tutti .

La Vostra Sindaca Prof.ssa Maria Laura Mancini

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Giovanna orecchia ha scritto il 11 settembre 2017 alle 11:08 :

    Un grazie vivissimo alla nostra sindaca che ha contribuito a realizzate uno dei sogni di mia figlia Rispondi a Giovanna orecchia

Le più commentate
Le più lette