Controllo del territorio

Tentativi di furto in una scuola e presso la Diga, sventati nella scorsa notte dalla vigilanza

​In entrambi gli interventi è risultato indispensabile l'intervento della vigilanza giurata che ha fatto in modo che i reati non si consumasero

Cronaca
Minervino venerdì 09 febbraio 2018
di La Redazione
Intrusione suola
Intrusione suola "Mazzini" © MinervinoLive

Sono entrati all'interno della scuola "Mazzini" di Minervino per tentare di rubare le monete contenute all'interno dei distributori automatici di bevande e merendine, fino a quando l'arrivo della vigilanza giurata li ha messi in fuga. E' successo durante la notte tra mercoledì e giovedì scorso quando l'allarme dell'istituto scolastico, collegato alla centrale operativa della vigilanza giurata, ha segnalato la presenza di intrusi all'interno dell'edificio. Dalla ricostruzione dell'accaduto si evince che i malviventi abbiano scavalcato la recinzione del cortile posteriore della scuola per entrare e, accortisi del sopraggiungere dell'auto della vigilanza, si siano dati alla fuga da una delle porte principali aprendola con il maniglione antipanico, lasciando a terra durante la corsa una spranga di ferro probabilmente utile a forzare le macchinette. Purtroppo non è stato possibile per le forze dell'ordine identificare i soggetti data la velocità con la quale sono riusciti a fuggire.

Nello stesso pomeriggio l'allarme antintrusione di uno degli impianti di risalita della Diga del Locone nel territorio di Minervino, al confine con l'agro di Canosa di Puglia, segnalava l'ingresso all'interno del "vascone" di personale non autorizzato. Gli uomini della Polizia e della vigilanza giurata, sopraggiungendo sul luogo del misfatto, trovavano all'interno della struttura i cavi dell'allarme tagliati. Si ipotizza che gli autori del gesto volessero far credere alle forze dell'ordine di essere fuggiti in seguito all'allarme, disarmando allo stesso tempo il sistema di sicurezza, in modo da poter tornare nella nottata per rubare il rame contenuto all'interno dei cavi elettrici. Il taglio dei fili del dispositivo di sicurezza, però, non è passato inosservato alle forze di Polizia che hanno subito fatto riparare l'impianto.

Segnaliamo l'efficacia degli interventi congiunti delle forze dell'ordine nel nostro territorio che in molte casi hanno sventato i reati o recuperato il maltolto, a cui si somma la tenacia della vigilanza giurata che con il proprio impegno ha garantito in più occasioni il riconoscimento tempestivo di situazioni sospette.

Lascia il tuo commento
commenti