Cronaca
​Il 23 marzo dello scorso anno, unitamente ad altri complici, si era reso responsabile di un attentato dinamitardo posto in essere nei confronti della filiale del Banco di Napoli di Barletta, ubicata in via Canosa