Fede e religione

Festa di San Michele in grotta, il programma

Pellegrinaggio e santa messa sul sagrato della cavità carsica

Attualità
Minervino martedì 08 maggio 2018
di La Redazione
Grotta di san Michele
Grotta di san Michele © Rocco Rizzi

L'otto maggio la comunità minervinese rende omaggio al suo santo patrono, l'arcangelo Michele, presso la grotta carsica situata ai piedi del centro murgiano. Ma perché si festeggia San Michele in un giorno lontano dalla memoria liturgica degli arcangeli Michele, Gabriele e Raffaele, il 29 settembre?

La risposta ci viene data dalla storia, quando nel 490 L'Arcangelo Michele apparve al vescovo di Siponto presentandosi come difensore del Paradiso e protettore delle anime dei giusti, chiedendo di consacrare definitivamente la grotta del Gargano al suo culto. L' otto maggio è anche la data in cui i pastori, provenienti dagli Abruzzi, facevano il loro arrivo sulla Murgia, per far pascolare le greggi durante l'estate, e tornare indietro proprio il 29 settembre, memoria liturgica dell'Arcangelo.

Quest'oggi, alle ore 17.00 si muoverà il pellegrinaggio cittadino che raggiungerà la grotta dove, alle ore 18.00 sarà celebrata la santa messa sulla parte antistante la cavità carsica, la quale potrà essere visitata gratuitamente.

Lascia il tuo commento
commenti