Giorno del Ricordo in ricordo delle vittime delle Foibe

Domani a Minervino la commemorazione del Giorno del Ricordo

Nell’occasione il Prefetto di Barletta Andria Trani, Maria Antonietta Cerniglia, ed il Sindaco di Minervino Murge, Maria Laura Mancini, consegneranno una medaglia commemorativa alla memoria di Mario Fusano

Attualità
Minervino giovedì 08 febbraio 2018
di La Redazione
Deposta una lapide marmorea in onore delle 2 vittime minervinesi delle foibe
Deposta una lapide marmorea in onore delle 2 vittime minervinesi delle foibe © MinervinoLive

Si terrà venerdì 9 febbraio, con inizio alle ore 10.00 presso la Sala Consiliare del Comune di Minervino Murge, l’evento commemorativo del Giorno del Ricordo in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata e delle vicende del confine orientale, organizzato dal Comune di Minervino Murge in collaborazione con la Prefettura di Barletta Andria Trani.

La cerimonia sarà introdotta dai saluti istituzionali del Sindaco di Minervino Murge Maria Laura Mancini e del Prefetto di Barletta Andria Trani Maria Antonietta Cerniglia, cui seguiranno gli interventi del Vice Presidente Nazionale dell’Associazione Culturale “Famiglia Dignanese” Giuseppe Di Cuonzo e di alcuni alunni dell’Istituto Comprensivo “Pietrocola-Mazzini” e del Liceo Scientifico “Enrico Fermi” di Minervino Murge.

Nell’occasione il Prefetto di Barletta Andria Trani, Maria Antonietta Cerniglia, ed il Sindaco di Minervino Murge, Maria Laura Mancini, consegneranno una medaglia commemorativa alla memoria di Mario Fusano, carabiniere nativo di Minervino Murge in servizio presso la Stazione Principale di Gorizia, che nel maggio del 1945 veniva prelevato da truppe slovene e deportato in Jugoslavia senza fare più ritorno.

Ritirerà la medaglia il pronipote Lino Balice.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • FRANCESCO GUGLIELMI ha scritto il 09 febbraio 2018 alle 18:57 :

    SOLIDARIETA' CON LA FAMIGLIA FUSANO; DA PARTE DI FRANCESCO GUGLIELMI; E CHE NON SUCCEDA MAI PIU' NEGòI ANNI A VENIRE Rispondi a FRANCESCO GUGLIELMI