Tassa rifiuti

Ass. Nobile “A Minervino non ci sono errori sul calcolo della Tari”

L’amministrazione interviene per rassicurare i cittadini, dopo il caso nazionale di aumenti pagati ma non dovuti.

Attualità
Minervino lunedì 20 novembre 2017
di La Redazione
Assessore Michele Nobile
Assessore Michele Nobile © MinervinoLive

Ha prodotto parecchio scalpore la notizia di alcuni giorni fa della rilevazione da parte di politici e alcune testate televisive e giornalistiche di un errore di calcolo sulla tassa rifiuti pagata negli ultimi anni. Infatti per molti comuni la tassa è stata gonfiata in quanto oltre all’aliquota fissa ha previsto un’aliquota variabile che in realtà non doveva essere applicata almeno per alcune tipologie di superfici.

Questo errore si è perpetrato da quando è subentrata la nuova normativa nel 2014, cioè da quando al vecchia tassa rifiuti è stata ridefinita definita TA.RI. (tassa rifiuti), accorpando i vari tributi affini all’igiene urbana. Molti cittadini si saranno chiesti se anche a Minervino è stata applicata questa erronea interpretazione che ha gonfiato le tasse. Pronta è giunta la dichiarazione dell’Assessore delegato ai Tributi, Michele Nobile, che rassicura la cittadinanza “a Minervino questo problema non sussiste”.

In base all’art. 14 della Regolamento dell’Imposta Unica Comunale (IUC)” spiega l’Assessore, “le tariffe della TARI applicate a Minervino non sono “binomie”, costituite cioè da una quota fissa e da una quota variabile, ma da un importo unico commisurato alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie da ciascuna categoria di utenza”. In base agli art. 18 e 19 del richiamato Regolamento, tutte le utenze sono suddivise in utenze domestiche e utenze non domestiche. Per le prime la tariffa è articolata in tre fasce in base al numero dei componenti delle famiglie, ma è sempre costituita da un importo unico che si applica al totale della superficie dell’alloggio e delle pertinenze.

Per questo” conclude Nobile “nel nostro Comune il problema o il rischio di una doppia applicazione della quota variabile sulle pertinenze non si pone neppure, proprio perché la tariffa è unica e non è composta da una quota fissa e una variabile”.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • MINERVINO COMMENTA ha scritto il 21 novembre 2017 alle 13:23 :

    Grande questo assessore ...... proximo candidato sindaco !!! Rispondi a MINERVINO COMMENTA

Le più commentate
Le più lette