Definite le aliquote per il 2018

Ecotassa, ancora al massimo l'aliquota per Minervino

Nonostante qualche segnale incoraggiante, raccolta differenziata ancora troppo bassa in città, molto lontana dall’obiettivo del 65%

Attualità
Minervino domenica 12 novembre 2017
di La Redazione
I bidoni per la raccolta differenziata
I bidoni per la raccolta differenziata © Tbs

La Regione Puglia con determina n. 251 del 30/10/2017 del Dirigente del Settore Rifiuti ha fissato per i Comuni della BAT le aliquote dell’ecotassa, calcolata in base alla percentuale della raccolta differenziata. Secondo quanto stabilito ai Comuni che superano il 65% viene applicata la tariffa più bassa di € 5,17 per ogni tonnellata di rifiuti solidi urbani prodotti, sino ad arrivare a un massimo di € 25,82 per quei comuni al di sotto del 40% di differenziato. Il Comune di Minervino Murge purtroppo continua ad indossare la maglia nera dei Comuni della sesta provincia per quanto riguarda la raccolta differenziata, con un misero 7,96 % di media annuale, dato comunicato lo scorso settembre, che ovviamente farà scattare anche per il 2018 l’aliquota più alta.

Stessa tariffa di € 25,82 sarà applicata anche ai comuni di Bisceglie e Margherita di Savoia, rei di non aver comunicato i dati in tempo utile, e al comune di Trani che tocca il 20,81% di differenziata, non raggiungendo la soglia minima del 40%. Esempi virtuosi sono rappresentati invece dai comuni capoluogo di Andria e Barletta, rispettivamente con il 68.93% (gestione ditta Sangalli) e il 66,67 (gestione municipalizzata Barsa).

Sono note le vicende locali relative alla gestione della raccolta rifiuti che tra il susseguirsi di proroghe, gare annullate, gestioni provvisorie e l’attesa di giudizio da parte della magistratura, non consentono una programmazione in grado di far partire un servizio efficace per contribuire sensibilmente all’innalzamento della bassissima percentuale di frazione differenziata. In questo momento è in atto ancora una gestione straordinaria sotto ordinanza dell’azienda Asipu sino al 31/12/2017 in attesa della conclusione della cosiddetta “gara ponte” dell’ARO per la gestione del servizio nel nostro Comune in via ordinaria.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette