Promozione del territorio

Minervino sul National Geographic Magazine

A raccontare la vita della nostra terra è invece la penna di un paesologo, Franco Arminio che con occhio da reporter mette nero su bianco le sensazioni provate fra le strade del nostro paese

Attualità
Minervino sabato 05 agosto 2017
di Mariamichela Sarcinelli
Minervino presepe di Puglia
Minervino presepe di Puglia © Simona Bevilacqua

La Puglia ultimamente figura da set per molte produzioni cinematografiche. “Un luogo da riscoprire”, come viene definito da celebri firme del mondo del cinema italiano. Ed è proprio in questo processo di rivalutazione delle bellezze “made in Puglia” che Minervino dopo aver avuto l’onore di essere stato scelto come ambientazione per il film di Sassanelli, torna ad essere al centro dell’orgoglio pugliese finendo nelle pagine del National Geographic Magazine, rivista mensile pubblicata in moltissimi Paesi del mondo e quindi con una tiratura a livello mondiale.

Dal 1998 esiste anche un'edizione italiana, la National Geographic Italia, edita dal Gruppo L'Espresso. Una rivista dunque di gran prestigio che si occupa da sempre dello sviluppo e diffusione delle conoscenze geografiche. Cosi sfogliando le pagine dell’ultimo numero del periodico, uscito in edicola il primo agosto, troviamo bellissimi scatti editi dal fotografo Angelo Antolino che ritraggono Minervino tra paesaggi mozzafiato e scene di vita quotidiana e ne riassumono la cultura intessuta in ogni scorcio.

A raccontare la vita della nostra terra è invece la penna di un paesologo, Franco Arminio che con occhio da reporter mette nero su bianco le sensazioni provate fra le strade del nostro paese. Passa in rassegna ogni vita, quella del ragazzo più giovane e quella dei più anziani…Ogni parola, ogni foto non sono mai lì per caso. Hanno una forte enfasi, quasi poesia… Non vengono esaltati solo i nostri monumenti o il borgo Scesciola bensì i singoli angoli a patto che siano ricchi di vita. Questo leggiamo nelle sue righe “Gli uomini guardano, fermi come bandiere davanti alle porte. Più difficile vedere cosa fanno le donne. Le porte vestite dalle tende, l’abito estivo della soglia.” Ed è proprio questa la novità, una Minervino raccontata per la prima volta nella sua quotidianità, una Minervino che fa il giro del e nel mondo non solo per come si presenta ma per quel che è, la terra di chi l’ama.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette