Settimana santa

Questa sera processione dei Misteri

Ieri si è svolta in tutte le parrocchie minervinesi la consueta messa in "Cœna Domini", ricordo dell'ultima cena del Signore. Oggi alle ore 19.00, partenza della processione da piazza Moro

Attualità
Minervino venerdì 14 aprile 2017
di La Redazione
La Processione dei Misteri © MinervinoLive.it

Quelli che stiamo vivendo in questi giorni sono i giorni centrali nell'anno della religione cristiana: la passione, morte e resurrezione di Nostro Signore rappresentano, per i Cristiani, il mistero della venuta al mondo di Gesù, per redimere e salvare l'umanità.

Come da tradizione, ieri si è svolta in tutte le parrocchie minervinesi la consueta messa in "Cœna Domini", ricordo dell'ultima cena del Signore con i suoi apostoli, prima di essere consegnato alla passione, e la consueta visita ai "sepolcri", gli altari della reposizione nei quali viene deposto il Santissimo.

Quest'oggi è prevista, nelle parrocchie, la solenne adorazione della Croce, mentre alle ore 19.00 la comunità cittadina si ritroverà in preghiera in piazza Moro da dove partirà la processione dei 8 simulacri che rappresentano la morte di Nostro Signore. Aprirà la processione la statua di Gesù nell'orto degli ulivi, appartenente alla confraternita dei Carmelitani, seguita da Gesù flagellato, della parrocchia di San Michele e da Gesù condannato a morte (Ecce Homo) della parrocchia Immacolata. La statua di Gesù che porta la croce, appartenente alla parrocchia Incoronata, precede il complesso statuario del Calvario, unico simulacro composto da tre statue appartenente alla parrocchia Immacolata.

Segue la Pietà, della parrocchia di San Michele, appartenuta alla chiesa della Trasfigurazione, oggi non più esistente. Chiudono la processione Gesù nel sepolcro, della parrocchia Immacolata e la statua della Vergine Desolata, della rettoria del Purgatorio, accompagnata dalle figlie di Maria. Quest'anno, dopo un anno di assenza, verrà riportata in processione la reliquia del Sacro Legno, la cui tradizione vuole che sia appartenuto alla croce di Gesù, dopo che, nel 2016, il Crocifisso Nero venne portato in processione in occasione dell'anno giubilare indetto per il prodigio della Sacra Spina custodita in Andria.

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette